privacy
Home / Pensioni / Assegno di mantenimento e pensione: regole
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Assegno di mantenimento e pensione: regole

Assegno di mantenimento e pensione: scopri come funziona per legge con gli importi dei trattamenti se li ricevi entrambi

di Antonio Dello Iaco

Luglio 2023

Assegno di mantenimento e pensione: sono compatibili le due misure e come influisce l’assegno previdenziale sull’importo del secondo trattamento? (scopri le ultime notizie sulle pensioni e su Invalidità e Legge 104. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Assegno di mantenimento e pensione: sono compatibili?

L’assegno di mantenimento e pensione sono compatibili. Tuttavia il tutto dipende dalle possibilità economiche di chi dovrà ricevere il trattamento di mantenimento oltre alla pensione.

Questo sussidio infatti spetta di diritto, in caso di separazione, solo se l’importo della pensione non sia da solo sufficiente a coprire tutte le esigenze primarie di vita.

A regolare l’obbligo, per uno dei coniugi, di versare l’assegno di mantenimento all’altro è definito dall’articolo 156 del Codice Civile che afferma:

«Il giudice, pronunziando la separazione, stabilisce a vantaggio del coniuge a cui non sia addebitabile la separazione, il diritto di ricevere dall’altro coniuge quanto è necessario al suo mantenimento, qualora egli non abbia adeguati redditi propri. L’entità di tale somministrazione è determinata in relazione alle circostanze e ai redditi dell’obbligato. Qualora sopravvengano giustificati motivi il giudice, su istanza di parte, può disporre la revoca o la modifica dei provvedimenti di cui ai commi precedenti».

Chi decide se puoi ricevere assegno di mantenimento e pensione?

La decisione sulla possibilità di ricevere sia l’assegno di mantenimento sia la pensione è rimessa al giudice in sede di separazione.

Uno dei due coniugi può poi sempre richiedere una revisione dell’assegno di mantenimento da versare nel caso la situazione reddituale dell’altra parte cambi (per esempio inizia a ricevere un nuovo assegno previdenziale come la pensione sociale, o a lavorare).

Il mantenimento, come dicevamo nel paragrafo precedente, è infatti dovuto soltanto per consentire all’ex coniuge più debole l’autosufficienza economica.

Pensione con divorzio o separazione: cosa cambia

Che si tratti di assegno post divorzio o separazione non cambia molto. La normativa sulla compatibilità del sussidio con la pensione è la stessa.

Il giudice che decide la compatibilità e l’importo dell’assegno di mantenimento, prima di procedere a una sua eventuale riduzione, tiene conto anche della sicurezza e della periodicità della prestazione. L’obiettivo è sempre quello di garantire una certa stabilità economica di base al beneficiario.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Cosa influisce sull’importo dell’assegno di mantenimento?

Abbiamo visto come l’assegno di mantenimento e la pensione siano due erogazioni generalmente compatibili.

L’unico ostacolo che puoi incontrare, se ricevi entrambi i trattamenti, riguarda la totalità dell’importo delle due soluzioni.

Assegno di mantenimento e Reddito di Cittadinanza

Se da un lato, quindi, la pensione ordinaria di vecchiaia influisce sul totale dell’assegno di mantenimento, non è così con il trattamento previdenziale di invalidità.

L’erogazione del Reddito di Cittadinanza invece, può influire sul calcolo dell’importo dell’assegno di mantenimento, sia se il destinatario della misura sia l’ex coniuge, sia se sia un figlio maggiorenne.

Assegno di mantenimento e pensione di invalidità

Assegno di mantenimento e pensione di invalidità: cosa prevede la normativa? In questo caso le regole sono diverse dal trattamento ordinario di vecchiaia.

Con la pensione di invalidità, l’assegno di mantenimento non può diminuire. Questo perché il trattamento previdenziale nasce per sostenere i titolari di invalidità nell’affrontare le spese per cure e medicinali utili alla vita quotidiana.

È vero che si tratta di costi per beni e servizi di prima necessità ma sono delle spese extra legate allo stato di salute del soggetto.

Se viene erogata la pensione di invalidità quindi, questa non influisce sul calcolo dell’importo dell’assegno di mantenimento che ti spetta.

Tuttavia ci sono delle recenti sentenze di Cassazione che hanno affermato il contrario. Il tutto quindi dipende dal giudice che stabilisce l’importo dell’assegno di mantenimento in sede di separazione.

Assegno di mantenimento e pensione: regole
L’immagine mostra un anziano con dei contanti in mano – Assegno di mantenimento e pensione: regole

Faq sull’assegno di mantenimento e sulle pensioni

Come si calcola l’assegno di mantenimento?

L’assegno di mantenimento è una somma di denaro che viene stabilita per garantire il sostentamento di un ex coniuge o di figli minori durante o dopo una separazione o un divorzio. Calcolare l’assegno di mantenimento può sembrare complicato, ma in realtà è un processo che segue alcune regole molto chiare.

Per calcolare l’assegno di mantenimento, è necessario considerare diversi fattori, come il reddito del coniuge che deve pagare l’assegno (detto “coniuge obbligato”) e le esigenze finanziarie del coniuge che riceve l’assegno (detto “coniuge beneficiario”). Di solito, il calcolo dell’assegno di mantenimento tiene conto:

È importante ricordare che il calcolo dell’assegno di mantenimento può variare a seconda delle circostanze individuali e delle leggi vigenti nel paese di riferimento.

Pertanto, si consiglia di consultare un avvocato specializzato in diritto di famiglia per ottenere informazioni specifiche sul calcolo dell’assegno di mantenimento nel vostro caso.

Si può rinunciare all’assegno di mantenimento?

Sì, è possibile rinunciare all’assegno di mantenimento. La rinuncia può avvenire in diversi modi a seconda delle leggi e delle circostanze specifiche.

In alcuni casi, le parti coinvolte in un divorzio o separazione possono anche concordare di comune accordo di rinunciare all’assegno di mantenimento.

Questa decisione può essere presa in base a vari fattori, come la situazione finanziaria delle due parti, la presenza di accordi alternativi per il sostentamento e il benessere del coniuge beneficiario.

Altre volte invece accade che l’ex coniuge non paghi l’assegno di mantenimento previsto.

Cos’è un fondo pensione?

Il fondo pensione rappresenta un modo per accumulare risparmi a lungo termine e garantirsi una pensione dignitosa una volta terminata l’attività lavorativa. I fondi pensione possono essere organizzati da enti pubblici o privati ​​e offrire diverse modalità di contribuzione e investimento dei fondi.

I lavoratori possono versare contributi periodici nel fondo pensione, che vengono investiti in modo da accumulare interessi e rendimenti nel corso degli anni.

Una volta raggiunta l’età pensionabile, i lavoratori possono beneficiare dei fondi accumulati nel fondo pensione sotto forma di una rendita periodica o di un pagamento unico. Questa somma può integrare la pensione statale e fornire una maggiore sicurezza finanziaria durante la fase di pensionamento.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni: