privacy
Home / Pensioni / Assegno sociale più alto per coniugi senza reddito?
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Assegno sociale più alto per coniugi senza reddito?

Assegno sociale per coniugi senza reddito: l'importo sarà più alto? Ecco cosa sapere su importi e limiti reddituali nel 2024.

di Carmine Roca

Aprile 2024

L’Assegno sociale per coniugi senza reddito ha un importo più alto? Ne parliamo in questo approfondimento (scopri le ultime notizie sulle pensioni e su Invalidità e Legge 104. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

A chi spetta l’Assegno sociale?

L’Assegno sociale è la prestazione assistenziale erogata in favore di soggetti con redditi pari a 0 euro o che, comunque, si trovano in condizioni economiche disagiate. Dal 1996 ha preso il posto della Pensione sociale.

L’Assegno sociale spetta al compimento del 67° anno di età, a chi non possiede i requisiti per accedere a una pensione di vecchiaia o anticipata.

Spetta ai cittadini italiani, comunitari (iscritti all’anagrafe del Comune di residenza) o extracomunitari (se in possesso di permesso di soggiorno), che risiedono stabilmente sul territorio italiano da almeno 10 anni.

Il pagamento dell’Assegno sociale scatta dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Assegno sociale 2024: quali redditi?

Per avere diritto all’Assegno sociale è necessario possedere un reddito personale pari a 0 euro: in questo caso si avrà diritto alla prestazione in misura piena, pari a 534,41 euro al mese, per 13 mensilità.

Con un reddito personale superiore a 0 euro e inferiore a 6.957,33 euro spetta l’Assegno sociale in misura ridotta, di importo pari alla differenza tra il valore di reddito massimo da rispettare e il proprio reddito.

Ad esempio, con un reddito personale di 3.500 euro spetta un Assegno sociale di 3.447,33 euro annui (6.947,33 euro – 3.500 euro), pari a 265,18 euro al mese.

Con un reddito personale oltre i 6.947,33 euro annui non si ha diritto all’Assegno sociale.

Ai fini del calcolo del reddito per la concessione dell’Assegno sociale non vengono considerati, oltre alla casa di proprietà, neppure:

L’Assegno sociale per coniugi senza reddito ha un importo più alto?

E se l’interessato è coniugato, quali redditi vanno considerati? Ai fini del diritto all’Assegno sociale, se l’interessato è coniugato, vanno considerati anche i redditi del coniuge.

In questo caso, se il reddito complessivo (dell’interessato più quello del coniuge) è pari a 0 euro, si avrà diritto all’Assegno sociale in misura piena.

Altrimenti si considerano due valori: il limite massimo di reddito personale (6.947,33 euro) e il limite massimo di reddito da coniugato (13.894,66 euro). Se l’importo del reddito è compreso tra questi due valori, si avrà diritto all’Assegno sociale in misura ridotta.

Ma attenzione: per quanto riguarda il reddito da coniugato, il limite di reddito familiare è utile solo a stabilire se il richiedente abbia diritto o meno alla prestazione.

Per stabilire l’importo dell’Assegno sociale spettante, si prende comunque in considerazione soltanto il reddito personale di chi presenta domanda.

Alla domanda “l’Assegno sociale per coniugi senza reddito ha un importo più alto?”, rispondiamo affermativamente.

Più basso è l’importo del reddito personale o del reddito familiare, più alto sarà l’importo dell’Assegno sociale spettante.

L’obiettivo dell’Assegno sociale, infatti, è di offrire un sostegno economico a soggetti anziani che non hanno mezzi per vivere una vita dignitosa.

Assegno sociale per coniugi senza reddito
Assegno sociale per coniugi senza reddito: in foto le mani di un uomo e una donna anziani.

Faq sull’Assegno sociale 2024

Come richiedere l’Assegno sociale nel 2024?

Nel 2024, l’INPS ha introdotto un nuovo servizio per facilitare la richiesta dell’assegno sociale. Questo servizio è una diretta conseguenza dei finanziamenti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). L’obiettivo è semplificare l’iter burocratico e accelerare la liquidazione delle domande. Ecco come funziona:

Quali informazioni deve fornire il richiedente in caso di separazione o divorzio?

In caso di separazione o divorzio, il richiedente deve fornire dettagli specifici sulla sentenza di separazione o divorzio, come gli estremi del provvedimento giudiziario (organo giudiziario, data di deposito, numero di registrazione) o, in alternativa, i dettagli dell’accordo di separazione/divorzio effettuato presso l’Ufficiale dello Stato Civile (Comune, data, numero di protocollo).

Quale è stato l’incremento dell’importo dell’Assegno sociale nel 2024?

Per il 2024, come tutte le altre prestazioni previdenziali e assistenziali, l’importo dell’Assegno sociale è aumentato del 5,4%, calcolata in base all’inflazione dei primi nove mesi del 2023.

Spetta l’Assegno sociale con la casa di proprietà?

La risposta è affermativa: sì, poiché ai fini del calcolo del reddito, quello derivante dalla prima casa di abitazione non va preso in considerazione. Di conseguenza, l’intestazione dell’immobile come prima casa non fa assolutamente perdere il diritto all’Assegno sociale.

È possibile richiedere l’Assegno sociale se si dispone di un’importante somma di denaro in banca?

Purtroppo no. A stabilirlo è una sentenza della Cassazione, che ha ricordato come l’Assegno sociale sia una prestazione riservata a chi versa in uno stato di bisogno economico effettivo, calcolato in base alle dichiarazioni dei redditi presentate dal beneficiario, tenendo conto di qualsiasi tipo di ricavo e del suo tenore di vita.

L’Assegno sociale può essere corrisposto a una vedova?

L’Assegno sociale è una misura che può essere riconosciuta senza problemi anche a una vedova. L’importante è che si rispettino tutti i parametri previsti dalla normativa.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni: