privacy
Home / Pensioni / Assegno sociale senza contributi: quanti soldi spettano
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Assegno sociale senza contributi: quanti soldi spettano

Scopri a quanto ammonta per il 2024 l'Assegno sociale senza contributi e quali sono le caratteristiche di questa misura.

di Antonio Dello Iaco

Maggio 2024

Assegno sociale senza contributi: quanto vale la prestazione? Come cambia il contributo che lo Stato destina ai pensionati che non riescono a soddisfare requisiti necessari per il collocamento a riposo dal lavoro? Scopriamolo insieme (scopri le ultime notizie sulle pensioni e su Invalidità e Legge 104. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Assegno sociale senza contributi: quanto spetta?

L’importo dell’Assegno viene stabilito ogni anno dall’INPS che tiene conto di una serie di parametri generali nazionali sullo stato di salute dell’economia del Paese e delle famiglie italiane.

Per il 2024 il valore è stato fissato a 534,41 euro per la durata di tredici mensilità.

BONUS OVER 55, 60, 65 e 75 ANNI

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

A chi spetta l’Assegno sociale?

Questo incentivo è destinato a diverse categorie di persone e, in particolare a:

I requisiti per Assegno sociale

Per poter richiedere l’erogazione dell’Assegno sociale però, bisogna rispettare una serie di requisiti definiti in modo chiaro sul portale ufficiale dell’INPS dedicato a questa misura:

Reddito massimo: come viene calcolato

Per il calcolo del reddito vengono considerati:

Non vengono invece presi in considerazione:

Cos’è e come funziona l’Assegno sociale

L’Assegno sociale rappresenta uno dei pilastri del sistema di welfare italiano. Istituito dal 1° gennaio 1996 in sostituzione della già presente pensione sociale, questo beneficio mira a garantire un minimo di sicurezza finanziaria a chi ha redditi inferiori alle soglie stabilite dalla legge.

Ogni anno è compito dell’INPS comunicare, sulla base di vari fattori, qual è il limite reddituale massimo da rispettare come soggetti singoli e come coniugati per ricevere l’incentivo.

Questa misura non è esportabile all’estero, il che significa che non può essere percepito da chi risiede fuori dall’Italia. Inoltre, non è reversibile ai familiari superstiti dopo la morte del beneficiario.

Come richiedere l’Assegno sociale

La domanda di agevolazione deve essere presentata online all’INPS attraverso il servizio dedicato. Qualora dovessi riscontrare difficoltà, puoi sempre fare domanda tramite:

Tempi e durata

Il pagamento dell’Assegno inizia dal mese successivo alla presentazione della domanda e viene verificato annualmente. Il beneficio poi viene sospeso se il titolare soggiorna all’estero per più di 29 giorni, con una possibile revoca dopo un anno di sospensione.

Dalla ricezione della domanda di incentivo l’INPS ha stabilito anche un termine pari a 45 giorni per rispondere in modo positivo o negativo a coloro che hanno presentato la richiesta. Questo termine si estende di quindici giorni rispetto ai normali 30 giorni che sono previsti per la maggior parte degli altri procedimenti.

Assegno sociale senza contributi: quanti soldi spettano
L’immagine rappresenta una persona che scopre come funziona l’Assegno sociale senza contributi

FAQ sull’Assegno sociale

Quanto denaro si riceve con l’Assegno

La quantità di denaro che ricevi con l’Assegno sociale può cambiare ogni anno. Dipende da quante persone vivono nella tua famiglia e da quanto guadagnate in totale. L’INPS calcola l’importo basandosi su queste informazioni e ti fa sapere quanto denaro ti spetta.

L’Assegno sociale è per sempre?

L’assegno sociale lo ricevi ogni mese finché le tue condizioni economiche rimangono le stesse. Ogni anno devi dimostrare all’INPS che la tua situazione finanziaria non è cambiata. Se guadagni più soldi o le tue condizioni migliorano, potresti non avere più diritto all’assegno.

Cosa succede se si cambia residenza con la Pensione sociale?

Se cambi la tua residenza, devi informare l’INPS. Questo è importante perché l’assegno sociale viene dato solo a chi vive stabilmente in Italia. Se ti trasferisci in un altro paese, potresti perdere il diritto all’assegno sociale.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni: