privacy
Home / Concorsi Pubblici / Concorso addetti d’ufficio per il processo: il bando
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Concorso addetti d’ufficio per il processo: il bando

Concorso addetti d'ufficio per il processo: è stato pubblicato il bando per l’assunzione a tempo indeterminato di 3.946 dipendenti. Vediamo dove sono previste le assunzioni, i requisiti per partecipare e come si presenta la domanda.

di Redazione

Aprile 2024

Concorso addetti d’ufficio per il processo: è stato finalmente pubblicato il bando per l’assunzione di 3.946 dipendenti da inquadrare a tempo indeterminato nell’area funzionari. Vediamo dove sono previste le assunzioni, come presentare le domande, quali sono i requisiti necessari e qual è lo stipendio. (scopri gli ultimi concorsi attivi e le offerte di lavoro. Ricevi le news gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Concorso addetti d’ufficio per il processo: dove trovo il bando

È ufficiale: il concorso addetti d’ufficio per il processo apre le porte a 3.946 nuove assunzioni a tempo indeterminato. Sono destinate a rinforzare l’organico dei funzionari nel settore giudiziario.

Dove consultare il bando

Il bando è disponibile sul Portale inPA e sul sito del Ministero della Giustizia. L’opportunità riguarda i laureati in materie giuridiche, economiche, politiche e sociali. Ma non solo: il bando si estende anche ai laureandi che si trovano a un passo dal completare il loro percorso di studi.

Infatti, grazie alle previsioni dell’ultimo decreto legge Pnrr (n. 19 del 2024), anche chi è in procinto di laurearsi può partecipare, purché ottenga il titolo entro 60 giorni dalla data di pubblicazione del bando.

Scelta dell’ufficio di destinazione

Ci sarà la possibilità di scegliere l’ufficio distrettuale presso cui candidarsi, fatta eccezione per Trento e Bolzano. Il concorso, infatti, copre una vasta area geografica, include 25 distretti di Corte di appello in varie regioni italiane e la Corte di Cassazione a livello nazionale. Questa fase del concorso prevede una valutazione dei titoli e la successiva prova scritta.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Dove ci saranno le assunzioni

Il concorso pubblico per 3.946 unità mira dunque a incorporare personale nel ruolo di Addetto all’Ufficio per il processo. Questi ruoli sono destinati al personale del Ministero della Giustizia.

Distribuzione delle assunzioni per distretto

Ecco l”elenco dettagliato dei posti disponibili per ogni distretto è il seguente:

Il processo di selezione avverrà su base distrettuale. In questo modo ci sarà un reclutamento equilibrato e distribuito sul territorio nazionale.

I requisiti richiesti per partecipare

Per accedere al concorso addetti d’ufficio per il processo, i candidati devono soddisfare specifici requisiti.

Criteri di ammissibilità

I requisiti necessari per partecipare al concorso sono:

Titoli di studio richiesti

I candidati devono essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

Come anticipato, coloro che conseguono i titoli di studio richiesti entro 60 giorni dalla data di pubblicazione del bando possono partecipare, a condizione di aver superato l’ultimo esame previsto dal corso di laurea alla data di pubblicazione del bando.

Come si svolge la prova

Il processo di selezione per il concorso addetti d’ufficio per il processo è strutturato in modo da valutare le competenze e le qualifiche dei candidati. La procedura prevede diverse fasi.

Fasi del concorso

  1. Valutazione dei titoli: i titoli vengono esaminati per determinare quali candidati possiedono le qualificazioni richieste. Questa fase utilizza piattaforme digitali per una valutazione efficiente e trasparente.
  2. Prova scritta: i candidati che superano la valutazione dei titoli sono invitati a partecipare a una prova scritta. La prova si svolge utilizzando strumenti informatici e può avvenire anche in sedi decentrate, comunicate in anticipo ai partecipanti.

La commissione esaminatrice ha il compito di redigere la graduatoria finale di merito, sommando i punteggi ottenuti nella valutazione dei titoli e nella prova scritta. I candidati con i punteggi più alti in ciascuna graduatoria di merito, rispettando il numero di posti disponibili e tenendo conto delle eventuali riserve, vengono nominati vincitori e assegnati alle rispettive posizioni presso il Ministero della Giustizia.

Criteri di selezione

Come presentare la domanda

Ecco come procedere per la presentazione della domanda per il concorso addetti d’ufficio per il processo.

Procedura di candidatura

Per partecipare al concorso, è necessario seguire attentamente i seguenti passaggi:

  1. Compilazione della domanda: Le domande di partecipazione devono essere compilate esclusivamente online, utilizzando il formato di candidatura disponibile sul Portale inPA. Questo sistema consente di gestire in modo efficiente e sicuro tutte le candidature.
  2. Termine per la presentazione: I candidati hanno tempo fino alle 23:59 del 26 aprile 2024 per inviare la propria domanda. È fondamentale rispettare questa scadenza per non perdere l’opportunità di partecipazione.

Selezione e gestione delle candidature

La selezione dei candidati sarà gestita dalla Commissione RIPAM, avvalendosi del supporto di Formez PA per garantire trasparenza e imparzialità nel processo di valutazione.

Assunzioni e PNRR

Il concorso addetti d’ufficio per il processo si inserisce in un contesto più ampio, legato agli obiettivi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. L’obiettivo non è solo quello di rafforzare il personale del Ministero della Giustizia ma rappresenta anche un passo importante verso il raggiungimento degli obiettivi di efficienza e modernizzazione previsti dal PNRR.

Obiettivi del concorso nel quadro del PNRR

Le assunzioni programmate entro il primo semestre del 2024 sono un elemento chiave per potenziare il contingente di personale qualificato a supporto delle attività giudiziarie. Dopo il reclutamento del 2021, queste nuove posizioni contribuiranno a migliorare la capacità operativa della giustizia italiana, in linea con gli impegni assunti nel contesto europeo.

Stabilizzazione dei ruoli

Il decreto legge n. 19 del 2024 introduce anche la possibilità per il Ministero della Giustizia di stabilizzare nei propri ruoli gli addetti all’Ufficio per il processo che abbiano maturato almeno ventiquattro mesi di servizio continuativo. Questa misura, che riguarda coloro che risultano in servizio alla data di scadenza del PNRR (30 giugno 2026), prevede una selezione comparativa basata sui distretti territoriali e sugli uffici centrali, assicurando così ulteriori opportunità di inserimento stabile nel mondo del lavoro.

Lo stipendio dell’addetto all’ufficio per il processo

La remunerazione per chi viene assunto in seguito al concorso è ben definita e si colloca in una fascia retributiva competitiva per il settore pubblico.

Dettagli sulla retribuzione

I vincitori del concorso verranno inquadrati nell’Area III, posizione economica F1, secondo il CCNL del pubblico impiego funzioni centrali. Questa inquadramento riflette l’importanza del ruolo di addetto all’ufficio per il processo e garantisce un trattamento economico adeguato alle competenze e alle responsabilità assunte.

Concorso addetti d'ufficio per il processo: il bando
Nell’immagine giovani impegnati nella prova scritta di un concorso pubblico.

FAQ (domande e risposte)

Dove posso trovare il bando per il concorso addetti d’ufficio per il processo?

Il bando per il concorso addetti d’ufficio per il processo è pubblicato sul Portale inPA e sul sito del Ministero della Giustizia. È rivolto a laureati e laureandi in ambiti giuridici, economici, politici e sociali, inclusi coloro che stanno per concludere il loro percorso di studi e ottenere il titolo entro 60 giorni dalla pubblicazione del bando.

Quali sono i requisiti per partecipare al concorso addetti d’ufficio?

Per partecipare, i candidati devono soddisfare diversi criteri, tra cui:

Come e quando presentare la domanda per il concorso addetti d’ufficio?

Le domande devono essere inviate entro le 23:59 del 26 aprile 2024, compilando il format di candidatura disponibile sul Portale inPA. È necessaria la registrazione al portale per poter procedere con l’invio della domanda.

Quante assunzioni sono previste dal concorso addetti d’ufficio per il processo?

Il concorso prevede l’assunzione di 3.946 unità di personale non dirigenziale, destinate a rinforzare l’organico dei funzionari dell’Area degli addetti all’Ufficio per il processo, presso il Ministero della Giustizia.

Qual è lo stipendio di un addetto all’ufficio per il processo?

L’addetto all’ufficio per il processo riceverà uno stipendio netto mensile di 1.800 euro nel primo anno di impiego, che diventerà circa 1.700 euro netti mensili a partire dal secondo anno, a causa dell’applicazione di un’ulteriore imposta non prevista nel primo anno. I vincitori verranno inquadrati nell’Area III, posizione economica F1, secondo il CCNL del pubblico impiego funzioni centrali.

Come si svolge la prova per il concorso addetti d’ufficio per il processo?

Il concorso si articola in due fasi principali:

  1. Valutazione dei titoli: avviene mediante piattaforme digitali ed è finalizzata all’ammissione alla prova scritta, considerando un numero di candidati per distretto pari a sessanta volte i posti a concorso.
  2. Prova scritta: riservata ai candidati ammessi dalla fase precedente, si svolge tramite strumentazione informatica e può avvenire in sedi decentrate. La commissione esaminatrice redige la graduatoria finale sommando il voto dei titoli al voto della prova scritta.

Scopri quali sono gli ultimi concorsi attivi e le aziende che stanno assumendo in questi mesi.