privacy
Home / Pensioni / Bonus per pensionati 2024: come richiederli
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Bonus per pensionati 2024: come richiederli

Scopri i Bonus per pensionati nel 2024 che ogni cittadino può richiedere, ma solo se rispetta i vari requisiti previsti.

di Antonio Dello Iaco

Aprile 2024

Sono diversi i Bonus per pensionati nel 2024 attivi nel nostro Paese. Chi riceve periodicamente un assegno previdenziale ha diritto, rispettando i requisiti previsti dalla normativa, a ricevere incentivi di tipo economico o agevolazioni di vario tipo (scopri le ultime notizie sulle pensioni e su Invalidità e Legge 104. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Quali sono i Bonus per pensionati nel 2024

In questo paragrafo, all’interno della prossima tabella, potrai consultare quali sono i Bonus per i pensionati che risultano attivi in Italia. Scorrendo lo schema potrai scoprire anche quali sono le modalità di richiesta del sussidio e quali sono i principali requisiti da rispettare.

BONUS E AGEVOLAZIONIREQUISITI DA RISPETTARECOME RICHIEDERE IL SUSSIDIO
Pensione di inclusioneNuclei familiari over 67 e ISEE inferiore a 9.630 euroCon modalità telematiche all’INPS
Assegno socialeA partire dai 67 anni di età, con Reddito inferiore a 6.947,33 euroTramite la pagina ufficiale dell’INPS
Incremento al milioneDai 70 anni di età, con “sconti” in base ai contributi versati
Carta acquistiOltre i 65 anni di età, con ISEE inferiore a 8.052,75 euroPresso gli uffici postali del territorio nazionale
Esenzione ticket sanitarioA partire dai 65 anni di età, con reddito complessivo inferiore a 36.151,98 euroAttraverso apposita richiesta alla tua ASL di riferimento
Esenzione canone RAIA partire dai 75 anni di età, con reddito inferiore a 8.000 euroTramite l’invio di un’istanza all’Agenzia delle Entrate
Bonus per animali domesticiPer chi ha un’età pari o superiore a 65 anni e un ISEE inferiore a 16.215 euro. Tramite inserimento delle spese sostenute nella dichiarazione dei redditi
Sconti ai supermercatiDai 60 anni di età in poiEsibendo la fidelity card del supermercato aderente all’iniziativa
Carta Freccia senior (Trenitalia)A partire dai 65 anni di etàSul sito ufficiale di Trenitalia
Incentivi economici per pensionati

Bonus ai pensionati: gli altri requisiti

Oltre ai parametri che abbiamo già visto nella tabella precedente, ci sono tanti altri requisiti che ogni pensionato deve rispettare per accedere ai vari incentivi.

Molte agevolazioni, per esempio, prevedono la necessità di avere la cittadinanza italiana o di un Paese dell’Unione Europea. Altri invece, possono pretendere che il richiedente sia inquadrato nello status di bisognoso economico.

Per questo motivo è sempre importante consultare con attenzione le specifiche di ogni misura governativa e, prima di inoltrare la richiesta di incentivo, controllare il rispetto di tutti i requisiti obbligatori da possedere.

Bonus per pensionati 2024: come richiederli

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Sussidi per i pensionati: le tre misure principali

Nei paragrafi precedenti abbiamo avuto modo di approfondire tutte le misure riservate ai pensionati attive nel 2024 in Italia. Adesso facciamo un focus sulle tre principali e più richieste tra voi lettori:

  1. Pensione di Inclusione. Questo sostegno è destinato agli over 67 e ai disabili gravi. Nasce con l’obiettivo di sostituire la precedente Pensione di cittadinanza. È accessibile ai nuclei familiari con un ISEE fino a 9.530 euro e un reddito familiare non superiore a 7.560 euro. Questo valore massimo aumenta a seconda della composizione del nucleo familiare, applicando i parametri della scala di equivalenza.
    L’assegno base è pari a 630 euro mensili, importo che può salire di 150 euro qualora il beneficiario risieda in un immobile in affitto. I titolari di pensione diretta possono anche riceverla, rispettando i limiti di reddito e ISEE.
  2. Assegno Sociale. Questa prestazione si rivolge a chi non ha i contributi necessari per una pensione diretta. Il pieno assegno sociale, pari a 534,41 euro, è destinato a chi ha reddito pari a 0.
    Chi guadagna fino a 6.947,33 euro all’anno invece, riceve un assegno ridotto. A 70 anni poi, l’importo può aumentare fino a 735,05 euro.
    La durata del sussidio è pari a tredici mensilità all’anno.
  3. Incremento al milione: È un aumento per i pensionati che hanno oltre 70 anni e che ricevono prestazioni previdenziali o assistenziali inferiori a un certo importo. Il requisito anagrafico può essere ridotto fino a un massimo di 5 anni in base ai contributi versati.
    L’incremento della pensione, comprensivo della maggiorazione sociale, non può superare l’importo mensile massimo, che è determinato dalla differenza 735,05 euro (dato fisso del 2024) e il valore del trattamento minimo.
    Per il 2024, la maggiorazione sociale ha quindi un ammontare pari di 136,44 euro al mese.
Bonus per pensionati 2024: come richiederli
L’immagine rappresenta delle persone anziane felici – Bonus per pensionati nel 2024

FAQ sui Bonus per i pensionati

Cosa è il bonus ai pensionati?

I Bonus ai pensionati sono aiuti finanziari forniti dallo Stato per sostenere chi ha terminato il proprio percorso lavorativo e ora gode della pensione.

Questo tipo di sostegno è destinato principalmente a chi vive con un reddito limitato, offrendo un’integrazione economica per coprire le spese quotidiane e migliorare la qualità della vita durante la terza età.

Chi può prendere le agevolazioni per anziani?

Il Bonus per i pensionati è riservato a chi ha raggiunto l’età pensionabile e, di solito, a chi presenta un reddito annuale inferiore a una certa soglia, stabilita annualmente dal Governo.

In alcuni casi, possono accedere al bonus anche pensionati con disabilità gravi o condizioni particolari. È importante verificare i requisiti specifici previsti per ogni tipo di bonus, che possono variare da uno all’altro.

Come si fa a chiedere i sussidi statali per pensionati?

Per richiedere il bonus, il pensionato deve compilare un’apposita domanda, che può essere trovata sul sito dell’INPS o presso i centri di assistenza fiscale (CAF) e i patronati.

La domanda deve essere compilata con accuratezza e inviata attraverso i canali previsti, che possono includere la spedizione elettronica o la consegna diretta a un ufficio competente. In molti casi, è possibile richiedere l’assistenza di un operatore per garantire che la domanda sia compilata correttamente (è il caso del servizio di Contact Center offerto da INPS).

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni: