privacy
Home / Lavoro / Bonus Renzi l’hanno tolto?
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Bonus Renzi l’hanno tolto?

Bonus Renzi l’hanno tolto? Il Trattamento Integrativo esiste ancora oppure no? Chi lo riceve pure nel 2024? Ne parliamo in questo approfondimento.

di Carmine Roca

Novembre 2023

L’ex Bonus Renzi l’hanno tolto o esiste ancora? Ne parliamo in questo articolo (scopri le ultime notizie su lavoro, disoccupazione, offerte di lavoro e concorsi attivi. Ricevi le news gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

L’ex Bonus Renzi l’hanno tolto?

L’ex Bonus Renzi, ora chiamato Trattamento Integrativo IRPEF, è un’indennità corrisposta mensilmente ai lavoratori dipendenti e ai disoccupati titolari di Naspi, Dis-Coll o agricoli.

Inizialmente, l’importo del Bonus Renzi era fissato a 80 euro mensili. Successivamente, con il Decreto Cura Italia del 2020, la prestazione ha raggiunto un importo massimo di 100 euro al mese.

La Legge di bilancio 2023 ha confermato la misura per l’anno in corso; il Trattamento Integrativo rimarrà in vigore anche nel 2024.

Dunque, abbiamo risposto alla domanda di apertura: no, l’ex Bonus Renzi non l’hanno tolto, ma esiste ancora, anche se per una platea di beneficiari più ristretta rispetto agli inizi.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

A chi spetta l’ex Bonus Renzi?

Hanno diritto a ricevere l’ex Bonus Renzi nel 2023, i lavoratori dipendenti e i disoccupati, oltre a queste categorie di lavoratori:

L’indennità viene erogata in misura piena ai lavoratori dipendenti o ai disoccupati con un reddito fino a 15.000 euro annui, per un importo mensile di 100 euro (1.200 euro annui). Il Trattamento Integrativo non concorre alla formazione del reddito (non va dichiarato, quindi).

Inoltre, l’ex Bonus Renzi spetta a chi ha un reddito compreso da 15.001 euro a 28.000 euro (che era il limite massimo, in passato, per usufruire del Bonus in misura piena).

In questo caso è previsto che, se la somma delle detrazioni è superiore all’imposta lorda dovuta, spetta il Trattamento Integrativo, ma non in misura piena. Altrimenti, l’indennità non spetta in busta paga.

Per i redditi oltre 28.000 euro, le detrazioni da considerare rispetto all’imposta dovuta sono le seguenti:

A chi non spetta l’ex Bonus Renzi?

L’ex Bonus Renzi non spetta a chi possiede un reddito personale annuo superiore a 28.000 euro.

Oltre a loro, sono esclusi dal pagamento del Trattamento Integrativo anche i lavoratori autonomi, gli incapienti e i pensionati.

Per incapienti si intende quei lavoratori che non raggiungono i requisiti minimi di reddito. Ricordiamo, infatti, che l’erogazione del Trattamento Integrativo, essendo una riduzione dell’IRPEF in busta paga, è collegata all’obbligo di pagamento dell’imposta ed è, quindi, riconosciuto solo su redditi superiori a 8.174 euro annui (sotto questa soglia, le detrazioni annullano l’IRPEF, che non va pagata).

Chi paga l’ex Bonus Renzi?

Il Trattamento Integrativo è a carico dello Stato, ma viene anticipato dai datori di lavoro, che ogni mese verseranno 100 euro in più in busta paga.

Ricordiamo che l’ex Bonus Renzi in busta paga è segnalato con la voce Trattamento integrativo L. 21/2020.

Bonus Renzi l’hanno tolto
Bonus Renzi l’hanno tolto? In foto una nuvoletta con un punto interrogativo, su uno sfondo azzurro.

Faq sull’ex Bonus Renzi

Cosa succede se il lavoratore incapiente riceve l’ex Bonus Renzi in busta paga?

In questo caso, il lavoratore incapiente, ovvero colui che registra detrazioni IRPEF da lavoro dipendente maggiori rispetto all’imposta lorda dovuta, sarà costretto a restituirlo presentando il modello 730, a causa dell’errore del suo datore di lavoro, che gli ha erogato il trattamento integrativo, senza che questo gli spettasse.

Come controllare le date di pagamento dell’ex Bonus Renzi?

Le date di pagamento del trattamento integrativo si controllano sul fascicolo previdenziale del cittadino:

Occorre presentare domanda per ricevere l’ex Bonus Renzi sulla Naspi?

Per ricevere il Bonus sulla Naspi non è necessario presentare alcuna domanda di incentivo. Il Trattamento Integrativo verrà riconosciuto in automatico dall’INPS. Sarà cura dell’istituto di previdenza sociale procedere con gli accrediti ogni mese. Qualora dovessi riscontrare difficoltà o mancanza di pagamenti, contatta subito l’ufficio territoriale INPS più vicino oppure affidati al servizio di Contact Center ai seguenti numeri:

L’ex Bonus Renzi viene calcolato sul reddito lordo o netto?

Il Trattamento Integrativo è calcolato sul reddito annuo lordo dell’avente diritto. È possibile verificare se il Bonus sia stato percepito correttamente a fine anno, oppure in fase di conguaglio. È altrettanto possibile modificare con la dichiarazione dei redditi, se il Trattamento Integrativo risulti:

Quando sarà pagato l’ex Bonus Renzi?

L’ex Bonus Renzi di gennaio 2024 sarà pagato dalla seconda settimana di gennaio 2024 per i titolari di Naspi e alla fine del mese per chi riceve la busta paga e ne ha diritto.

Ecco i 5 articoli sul lavoro preferiti dagli utenti: