privacy
Home / Lavoro / Cambiare lavoro dopo i 55 anni
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Cambiare lavoro dopo i 55 anni

Cambiare lavoro dopo i 55 anni non è semplice, ma neppure impossibile. Vediamo quali accorgimenti bisogna usare per compilare il curriculum e quali sono le migliori strategie per affrontare il colloquio di lavoro. Una piccola guida utile.

di Redazione

Gennaio 2024

Cambiare lavoro dopo i 55 anni, non solo è possibile ma sarà una pratica sempre più comune vista anche la difficoltà di trovare dei lavoratori giovani. Strategia, curriculum, colloquio. Cosa fare. (scopri le ultime notizie su lavoro, disoccupazione, offerte di lavoro e concorsi attivi. Ricevi le news gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Cambiare lavoro dopo i 55 anni: cosa prospetta il mercato

Nel mondo del lavoro, le dinamiche stanno cambiando rapidamente, soprattutto per chi ha superato i 55 anni. È un momento storico unico, con sfide e opportunità mai viste prima.

La situazione attuale e le prospettive future

La realtà che molti lavoratori over 55 stanno vivendo oggi è profondamente diversa da quella di qualche decennio fa. L’Istat ha rivelato, al termine di uno studio, che la popolazione attiva tra i 15 e i 64 anni è destinata a diminuire, scendendo al 54,3% nei prossimi 30 anni. Questo declino demografico implica una riduzione della forza lavoro giovane, creando quello che viene definito come “mismatch” nel mercato del lavoro. In altre parole, le aziende stanno trovando difficoltà crescenti nel reperire personale con le competenze adeguate.

Questo scenario crea un terreno fertile per i lavoratori più anziani. La “people scarcity”, ovvero la scarsità di lavoratori, aumenta il valore di chi ha già esperienza e competenze consolidate. In questo contesto, chi cerca lavoro dopo i 55 anni può trovare nuove opportunità, sfruttando la riduzione della concorrenza e mettendo in campo le proprie abilità.

Vantaggi competitivi per gli over 55

Per i lavoratori over 55, questa nuova realtà del mercato del lavoro presenta, dunque, diversi vantaggi:

  1. Minore concorrenza: con meno giovani disponibili sul mercato, le aziende sono più inclini a valutare candidati più anziani.
  2. Esperienza valorizzata: l’esperienza acquisita nel corso degli anni diventa un asset prezioso.
  3. Skills richieste: la maturità professionale e le competenze specifiche acquisite sono particolarmente ricercate in alcuni settori.

L’approccio giusto

È importante un approccio proattivo per gli over 55 che cercano lavoro. Tre sono i suggerimenti principali:

È determinante non limitarsi a un cambio di ruolo, ma adottare un approccio complessivo, considerando sia le evoluzioni del mercato, sia le esigenze mutevoli delle aziende.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Il vantaggio delle competenze

Iniziare una nuova carriera dopo i 55 anni può sembrare una sfida, ma è anche un’opportunità unica. Il tuo bagaglio di esperienze e competenze è il tuo più grande alleato. Vediamo come valorizzare queste competenze per distinguerti nel mercato del lavoro.

Uscire dalla gabbia del titolo professionale

La prima mossa è liberarsi dal proprio titolo professionale passato. È molto meglio pensare in termini di competenze acquisite. Queste competenze possono includere:

Identificare e valorizzare le competenze

Per capire quali competenze mettere in risalto, chiediti: “In cosa posso concretamente aiutare un’azienda?” Concentrati su massimo tre aree principali. Ad esempio, se hai esperienza nella razionalizzazione dei fornitori, questa può essere una competenza preziosa da evidenziare.

Un curriculum che racconti le capacità del lavoratore

Il tuo curriculum è il biglietto da visita nel mondo del lavoro. Dopo i 55 anni, è importante presentare un curriculum che evidenzi le tue capacità in modo chiaro e diretto.

Creare un curriculum “funzionale”

Un curriculum funzionale si concentra sulle tue capacità piuttosto che su un elenco cronologico delle esperienze lavorative. Ecco alcuni passaggi per realizzarlo:

  1. Classifica le esperienze: metti in risalto le esperienze più rilevanti in termini di risultati ottenuti.
  2. Raggruppa per competenze: organizza le tue abilità in base alle tre aree di competenza che hai identificato.
  3. Illustra chiaramente le attività: descrivi le tue responsabilità e attività svolte in modo chiaro, evitando sigle e acronimi settoriali o aziendali.

L’Importanza della chiarezza

Chi legge il tuo curriculum dovrebbe capire immediatamente in quali ambiti sei la persona giusta. Evidenzia le tue competenze chiave e come queste possono apportare valore all’azienda.

Parole chiave e risorse umane

Nel mondo delle risorse umane, le parole chiave giocano un ruolo importante, soprattutto quando si tratta di cambiare lavoro a 55 anni. La comprensione di questo aspetto è fondamentale per chi cerca lavoro in questa fascia d’età.

L’importanza delle parole chiave nel mondo del lavoro

Selezionatori (recruiter) e aziende spesso utilizzano parole chiave per filtrare e cercare candidati su piattaforme come LinkedIn. Significa che è essenziale selezionare e utilizzare le parole chiave che meglio rappresentano le tue competenze e la tua esperienza professionale. Alcuni esempi di parole chiave pertinenti possono includere:

Come usare le parole chiave

Quando aggiorni il tuo profilo LinkedIn o il curriculum, è importante integrare queste parole chiave in modo strategico. Inseriscile nel sommario del tuo profilo, nelle descrizioni delle esperienze lavorative e nelle competenze. Questo aumenterà le tue possibilità di essere notato dai recruiter.

Collaborazione con le nuove generazioni

La collaborazione tra generazioni diverse in azienda è un aspetto fondamentale per chi cambia lavoro dopo i 55 anni. Questo tipo di collaborazione non solo mostra apertura mentale e flessibilità, ma dimostra anche la tua capacità di adattarti e di essere un membro di valore in un team diversificato.

Vantaggi della collaborazione intergenerazionale

Partecipare a progetti di training, mentorship, coaching o supporto ai neoassunti offre numerosi vantaggi:

Valorizzare le esperienze di collaborazione

È essenziale raccontare e valorizzare queste esperienze sia nel tuo curriculum, sia nel tuo profilo LinkedIn. Durante i colloqui, condividi esempi concreti di come hai collaborato con colleghi di diverse generazioni e quali risultati hai ottenuto grazie a queste collaborazioni.

La scelta dello smartworking

Lo smartworking potrebbe essere una soluzione concreta, soprattutto per chi ha 55 anni e oltre. Questa modalità di lavoro offre flessibilità e nuove opportunità, in particolare per coloro che cercano di bilanciare le esigenze lavorative con quelle familiari e personali.

Vantaggi dello smartworking per i professionisti over 55

  1. Flessibilità di luogo: lo smartworking permette di lavorare da diverse località, riducendo la necessità di spostarsi fisicamente.
  2. Equilibrio vita-lavoro: migliora il bilanciamento tra impegni professionali e vita personale.
  3. Accesso a opportunità diverse: apertura verso aziende che non si trovano nella propria area di residenza.

Considerazioni importanti

La preparazione ai colloqui

La preparazione ai colloqui è un passaggio importante nel processo di ricerca di lavoro, soprattutto per i professionisti over 55. Con l’aumento dei colloqui online, è importante essere pronti sia per le interazioni faccia a faccia, sia per quelle digitali.

Prepararsi per colloqui online

Consigli per colloqui di successo

  1. Conoscere l’azienda: ricerca approfondita sull’azienda e sulla posizione offerta.
  2. Valorizzare l’esperienza: mettere in risalto le competenze acquisite nel corso degli anni.
  3. Essere aperti a nuove opportunità: mostrare flessibilità e apertura verso ruoli e sfide diverse.

Scoprire il nuovo oltre i vecchi schemi

Per i professionisti over 55, cambiare lavoro può significare anche scoprire nuove potenzialità e risorse. Questo implica lasciare alle spalle vecchi schemi e abbracciare nuovi modi di pensare e lavorare.

Passi per reinventarsi

  1. Abbandonare il passato: lasciare andare vecchi ruoli e contesti lavorativi.
  2. Esplorare nuovi orizzonti: dare spazio alla curiosità e all’esplorazione di nuovi settori o competenze.
  3. Essere aperti alle sorprese: accettare e cercare attivamente esperienze e opportunità inattese.

Riflessione finale

Cambiare lavoro dopo i 55 anni richiede coraggio, flessibilità e una mente aperta. Con la giusta preparazione e atteggiamento, questa transizione può diventare un’entusiasmante nuova fase della vita professionale.

Cambiare lavoro dopo i 55 anni
Nell’immagine un lavoratore assunto in una azienda dopo i 55 anni.

FAQ (domande e risposte)

Quali sono i vantaggi di cambiare lavoro dopo i 55 anni?

Cambiare lavoro dopo i 55 anni offre diversi vantaggi. In primo luogo, la riduzione della concorrenza dovuta alla “people scarcity” crea maggiori opportunità per i lavoratori esperti. Inoltre, i professionisti over 55 possono sfruttare le loro competenze consolidate e l’esperienza maturata per occupare ruoli in cui tali abilità sono particolarmente richieste. Questo cambiamento può anche portare a una maggiore soddisfazione lavorativa e a nuove sfide stimolanti, permettendo di esplorare settori diversi e di sviluppare nuove competenze.

Come influenzerà la “people scarcity” il cambiamento di lavoro dopo i 55 anni?

La “people scarcity”, ovvero la scarsità di lavoratori qualificati, influenzerà positivamente il cambiamento di lavoro dopo i 55 anni. Con la diminuzione della popolazione lavorativa giovane, le aziende saranno più propense a considerare candidati più anziani. Questo aumenta le opportunità di impiego per i professionisti over 55, specialmente in settori dove le competenze maturate sono particolarmente richieste. La “people scarcity” può quindi trasformarsi in un vantaggio competitivo per chi cerca lavoro in questa fascia d’età.

Quali consigli possono migliorare il curriculum a 55 anni?

Intoo suggerisce di creare un curriculum “funzionale” focalizzato sulle competenze piuttosto che su un elenco cronologico delle esperienze lavorative. Alcuni consigli chiave includono:

  1. Evidenziare le principali aree di competenza: scegliere fino a tre aree di competenza principali e metterle in risalto.
  2. Organizzare le esperienze per risultati: classificare le esperienze lavorative in base ai risultati ottenuti, non alla cronologia.
  3. Evitare sigle e acronimi settoriali: utilizzare un linguaggio chiaro e comprensibile a chiunque, anche al di fuori del proprio settore.

Come si dovrebbero usare le parole chiave nel profilo LinkedIn a 55 anni?

Le parole chiave nel profilo LinkedIn sono essenziali per aumentare la visibilità e attirare l’attenzione dei recruiter. Ecco come utilizzarle efficacemente:

Perché è importante la collaborazione intergenerazionale nel cambiare lavoro a 55 anni?

La collaborazione intergenerazionale è fondamentale per i lavoratori over 55 perché dimostra la loro capacità di adattarsi e lavorare efficacemente con colleghi di tutte le età. Questo tipo di collaborazione evidenzia qualità come flessibilità, apertura mentale e trasferimento di know-how, tutte competenze apprezzate dai datori di lavoro. Essere in grado di lavorare in team diversificati per età può anche offrire nuove prospettive e opportunità di apprendimento, aumentando così le proprie possibilità di successo in un nuovo ruolo.

Quali strategie sono consigliate per la preparazione ai colloqui dopo i 55 anni?

Per prepararsi ai colloqui dopo i 55 anni, è importante adottare strategie mirate:

  1. Praticare l’uso delle tecnologie: familiarizzare con le app di videoconferenza per i colloqui online.
  2. Conoscere a fondo l’azienda e il ruolo: ricerca approfondita sull’azienda e sulla posizione a cui si candida.
  3. Evidenziare l’esperienza e le competenze: sottolineare come la propria esperienza e competenze possono apportare valore all’azienda.
  4. Preparare un ambiente adeguato per i colloqui online: assicurarsi di avere un luogo tranquillo e professionale per le videochiamate.
  5. Essere pronti a discutere di ruoli e sfide diverse: dimostrare flessibilità e apertura verso nuove opportunità e sfide lavorative.

Ecco i 5 articoli sul lavoro preferiti dagli utenti: