privacy
Home / Concorsi Pubblici » Lavoro » Lavoro e disabilità / Categorie protette bandi PA dicembre 2023
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Categorie protette bandi PA dicembre 2023

Categorie protette e bandi di concorso: ecco chi appartiene alle categorie protette e l'elenco dei bandi aperti a dicembre 2023 e chi può parteciparvi.

di Carmine Roca

Dicembre 2023

In questo articolo vi parleremo di categorie protette e bandi di concorso per la Pubblica Amministrazione: ecco quelli attivi a dicembre 2023 (scopri gli ultimi concorsi attivi e le offerte di lavoro. Ricevi le news gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Categorie protette: possono partecipare ai concorsi pubblici?

Iniziamo subito col dire che chi rientra nelle categorie protette ha diritto a partecipare a concorsi per la Pubblica Amministrazione, usufruendo di tempo in più per lo svolgimento delle prove d’esame.

Con una percentuale di invalidità superiore all’80%, il candidato appartenente alle categorie protette è esentato dal sostenere le prove selettive previste dal concorso. Inoltre, come vedremo in seguito, esistono concorsi pubblici destinati esclusivamente alle categorie protette.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Categorie protette nella Pubblica Amministrazione: come funziona?

A disciplinare la presenza di categorie protette nella Pubblica Amministrazione è l’articolo 35 del decreto legislativo numero 165 del 2001, secondo il quale le assunzioni avvengono con contratto individuale di lavoro:

Assunzione categorie protette nella Pubblica Amministrazione: le quote di riserva

Le Pubbliche Amministrazioni, così come i datori di lavoro privati, hanno l’obbligo di assumere lavoratori appartenenti alle categorie protette, disabili o comunque svantaggiati.

Secondo quanto previsto per le quote di riserva, secondo l’articolo 3 della Legge 68 del 1999, le Pubbliche Amministrazioni hanno l’obbligo di assumere:

Per il riconoscimento della quota di riserva dedicata ai lavoratori disabili è necessario essere iscritti nelle liste speciali, presso i centri dell’impiego del comune di residenza.

Nel caso in cui sia previsto un concorso, il Ministero del Lavoro specifica che l’iscrizione alle liste del collocamento non è indispensabile per partecipare alla selezione, ma solo al momento della firma di un contratto di lavoro.

Nonostante l’interpello del Ministero, però, l’articolo 7 della Legge 68 del 1999 non ha mai subito modifiche e, ancora oggi, l’iscrizione nelle liste del collocamento è una condizione obbligatoria per partecipare ai concorsi pubblici.

In ogni caso è necessario che la persona disabile sia priva di occupazione al momento dello svolgimento della prova selettiva e della firma del contratto di lavoro.

Chi sono le categorie protette?

Le categorie protette sono riconosciute dagli articoli 1 e 18 della legge 68/1999.

L’articolo 1 della legge 68 del 1999 riconosce come categorie protette:

L’articolo 18 della legge 68 del 1999, invece, inserisce nelle categorie protette anche:

Categorie protette e bandi di concorso
Categorie protette e bandi di concorso: in foto alcuni sediolini vuoti per i concorsi pubblici.

Categorie protette e bandi di concorso: cosa sapere?

Per effetto delle quote di riserva, un numero di posti previsti dal concorso pubblico deve essere riservato agli appartenenti delle categorie protette.

Come spiegato in apertura, gli appartenenti alle categorie protette possono partecipare a tutti i concorsi per il pubblico impiego, banditi da qualsiasi amministrazione pubblica, oltre ai concorsi a loro riservati.

Anche se, alcuni settori presentano limitazioni e deroghe. Parliamo dei servizi di polizia, protezione civile e difesa nazionale. In questi casi, il collocamento dei disabili è previsto nei soli servizi amministrativi.

Categorie protette e bandi di concorso attivi a dicembre 2023: quali sono?

Attualmente, a dicembre 2023, sono attivi 5 concorsi pubblici aperti anche (o soltanto) alle categorie protette:

CONCORSONUMERO POSTISCADENZA BANDOAPPROFONDIMENTI
Esperto amministrativo contabile presso il Comune di Spoleto6 posti (di cui 2 riservati ai soggetti disabili appartenenti alle categorie protette; concorso per soli esami)16 dicembre 2023[email protected]
Personale tecnico-amministrativo presso l’Università “IUAV” di Venezia10 posti18 dicembre 2023[email protected]
Assistente amministrativo Asp di Reggio Calabria10 posti riservati agli appartenenti alle categorie protette con disabilità (articolo 1, legge 68/1999)21 dicembre 2023[email protected]
Collaboratori amministrativi Ares 1183 posti riservati alle categorie protette (articolo 18, comma 2, legge 68/1999)14 dicembre 2023ares118.it/pec
Istruttore amministrativo presso il Comune di Gaeta4 posti riservati alle categorie protette (articolo 1 e articolo 18 della legge 68/1999)30 dicembre 2023PAGINA UFFICIALE
Tabella concorsi per categorie protette nella Pubblica Amministrazione aggiornati a dicembre 2023

Faq sulle categorie protette

Quali sono i tipi di contratto di lavoro per categorie protette

Chi viene assunto come categoria protetta ha gli stessi diritti di contratto di un lavoratore assunto con procedura ordinaria. Chi è iscritto a questi elenchi infatti può sottoscrivere un accordo di lavoro:

Le categorie protette possono fare gli straordinari?

Attualmente, non esistono normative specifiche che disciplinino l’orario di lavoro per coloro che fanno parte di queste categorie. In assenza di normative specifiche riguardanti categorie protette e straordinari, è possibile affermare che, qualora il lavoro sia in linea con il tuo stato di salute, hai il diritto di richiedere l’esecuzione di lavoro straordinario.

Quando non c’è l’obbligo di assunzione delle categorie protette?

Non c’è obbligo di assunzione delle categorie protette quando il numero di dipendenti dell’azienda è inferiore a 15. Inoltre, l’obbligo è sospeso se il datore di lavoro si trova in difficoltà economica e ha avviato procedure come la CIGS o il licenziamento collettivo.

In alcune circostanze connesse alle caratteristiche del settore produttivo, i datori di lavoro non sono obbligati ad assumere lavoratori appartenenti alle categorie protette. Inoltre, se l’attività produttiva presenta condizioni specifiche che rendono difficile occupare l’intera quota di riserva, il datore di lavoro può richiedere un’esenzione parziale dall’obbligo di assunzione.

Come funzionano i concorsi nella scuola per le categorie protette?

Nell’ambito dei concorsi scolastici l’appartenenza alle categorie protette va dichiarata insieme alla domanda di partecipazione. Facciamo subito un chiarimento. Gli iscritti a questi elenchi non devono per forza concorrere solo ai bandi a loro riservati. Le categorie protette hanno infatti il diritto a partecipare a qualsiasi avviso pubblico di lavoro.

Scopri quali sono gli ultimi concorsi attivi e le aziende che stanno assumendo in questi mesi.