privacy
Home / Lavoro » Lavoro e disabilità / Categorie protette Unicredit: opportunità
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Categorie protette Unicredit: opportunità

Categorie protette e Unicredit: ci sono posizioni aperte per lavorare in Unicredit da categoria protetta? Scoprilo in questo articolo.

di Carmine Roca

Ottobre 2023

Oggi vi parliamo di categorie protette e Unicredit e come candidarsi per un posto di lavoro (scopri le offerte di lavoro e i concorsi attivi. Ricevi le news gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Categorie protette e Unicredit

Unicredit è un gruppo bancario internazionale, con sede legale e direzione generale a Milano. È una delle istituzioni finanziarie più importanti al mondo.

La banca dispone di una vasta rete di uffici rappresentativi e filiali, sparsi in 18 Paesi nel mondo.

Anche Unicredit ricerca personale, rivolgendosi agli appartenenti alle categorie protette, con o senza esperienza.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Categorie protette e Unicredit: posizioni aperte per consulente di filiale

Si ricerca, in particolar modo, la figura di consulente bancario, da assumere presso le filiali Unicredit sparse sul territorio italiano.

Attualmente, a ottobre 2023, sono aperte quattro possibilità di assunzione per consulente di filale:

Categorie protette e Unicredit: requisiti per consulente di filiale

Requisiti necessari per candidarsi:

Il percorso di selezione prevede i seguenti step:

Categorie protette e Unicredit: cosa offre?

Unicredit offre un contratto di apprendistato professionalizzante, finalizzato alla conferma a tempo indeterminato, con un percorso di crescita e carriera chiaro e definito.

L’offerta di lavoro è centrata su tematiche come il wellbeing ed il work life balance includendo agevolazioni per la salute e il benessere, strumenti di flessibilità (es. periodi sabbatici, diritto a congedi straordinari, permessi orari) e un pacchetto retributivo competitivo con vantaggi sui servizi bancari.

Lavora in Unicredit: le altre posizioni aperte

In tutto, sono 21 le posizioni aperte per lavorare in Unicredit da categoria protetta o per tutti i candidati in regola con i requisiti.

Le altre posizioni aperte sono suddivise in questi macrogruppi:

Come candidarsi per lavorare in Unicredit?

Per candidarsi, basta accedere al sito di Unicredit, cliccare in alto sulla voce “Chi siamo”, poi su “Carriera” e infine su “Scopri le posizioni aperte in Unicredit”.

Una volta dentro, il sistema vi permetterà di selezionare le parole chiave, la naziona e la località in cui ricercate il lavoro, il tipo di posizione e l’area funzionale che vorreste ricoprire, la società e l’orario di lavoro.

Una volta inseriti tutti i dati, cliccate sul tasto “Cerca” e avrete tutte le posizioni aperte a cui potrete accedere.

Chi sono le categorie protette?

L’articolo 1 della legge 68 del 1999 riconosce come categorie protette:

L’articolo 18 della suddetta legge, invece, inserisce nelle categorie protette anche:

Quote di riserva per categorie protette: come funziona?

I datori di lavoro e le aziende pubbliche e private hanno l’obbligo di riservare assunzioni per le categorie protette, secondo le quote di riserva.

Le quote di riserva sono pari a:

Un’altra quota di riserva è destinata ai soggetti non disabili, ma appartenenti alle categorie protette perché in situazioni di svantaggio o disagio sociale:

Categorie protette e Unicredit
Categorie protette e Unicredit: in foto un uomo sorridente, impiegato di banca.

Faq sulle categorie protette

Quando non c’è l’obbligo di assunzione delle categorie protette?

Non c’è obbligo di assunzione delle categorie protette quando il numero di dipendenti dell’azienda è inferiore a 15. Inoltre, l’obbligo è sospeso se il datore di lavoro si trova in difficoltà economica e ha avviato procedure come la CIGS o il licenziamento collettivo. In alcune circostanze connesse alle caratteristiche del settore produttivo, i datori di lavoro non sono obbligati ad assumere lavoratori appartenenti alle categorie protette. Inoltre, se l’attività produttiva presenta condizioni specifiche che rendono difficile occupare l’intera quota di riserva, il datore di lavoro può richiedere un’esenzione parziale dall’obbligo di assunzione.

Quali sono i tipi di contratto di lavoro per categorie protette

Il contratto di lavoro per le categorie protette è uguale alla stipula di un normale documento di inizio di un rapporto lavorativo tra un dipendente e un datore.

In particolare, i contratti possono essere:

Esistono riduzioni dell’orario di lavoro per le categorie protette?

Una persona che viene assunta in qualità di categorie protetta non ha diritto a particolari riduzione dell’orario lavorativo. La legge infatti non stabilisce delle eccezioni rivolte a tutti coloro che sono iscritti a questi registri. Il disabile può usufruire però, per esempio, dei permessi concessi dalla Legge 104 del 1992. Tuttavia, se non ne è titolare, potrebbe comunque svolgere lo stesso orario di lavoro di un qualsiasi altro lavoratore, compresi i turni straordinari e notturni.

È possibile rientrare nelle categorie protette se si soffre di ansia sociale?

L’ansia sociale, se collegata ad altri disturbi più gravi, può consentire al lavoratore o alla lavoratrice di rientrare nelle categorie protette.

Vale solo per queste patologie:

Ecco alcune delle aziende che assumono in questi mesi: