privacy
Home / Lavoro / Certificazione unica, a cosa serve
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Certificazione unica, a cosa serve

Una piccola guida sulla Certificazione unica. Vediamo a cosa serve e come si compila, chi ha l’obbligo di consegnarla e quali sono i vantaggi.

di Redazione

Marzo 2024

Vediamo in questo post cos’è la certificazione unica, a cosa serve, come compilare i moduli, quali dati bisogna inserire e i vantaggi che comporta. Una dichiarazione che riguarda alcune categorie di lavoratori assimilati al lavoro dipendente. Una piccola guida. (scopri le ultime notizie su lavoro, disoccupazione, offerte di lavoro e concorsi attivi. Ricevi le news gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Cos’è la Certificazione unica?

La Certificazione unica è una dichiarazione indispensabile per certificare i redditi derivanti da lavoro dipendente e da alcune categorie di lavoro assimilato. Include anche i redditi da lavoro autonomo.

Il documento deve essere rilasciato dal sostituto d’imposta, che può essere il datore di lavoro, il committente o un altro soggetto, entro specifiche scadenze seguendo il cosiddetto principio di cassa.

Tra i redditi che vengono più frequentemente inclusi in questo documento troviamo:

Oltre a queste categorie di reddito, la Certificazione unica si caratterizza per la sua capacità di attestare anche:

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Scadenze per la consegna della Certificazione unica

Quando deve essere consegnata?

La tempistica per la consegna della Certificazione Unica è determinata da date precise, che variano in base alla tipologia di modello da inviare. È importante segnarsi queste scadenze per evitare ritardi o problemi con l’Agenzia delle Entrate.

Modello sintetico e modello ordinario

Trasmissione telematica per redditi specifici

Vantaggi della Certificazione unica

La Certificazione unica non è soltanto un documento burocratico; offre infatti numerosi benefici sia per i percipienti che per i professionisti incaricati della gestione fiscale. Vediamo nel dettaglio quali sono questi vantaggi.

Per il percipiente: semplificazione e accesso ai benefici

Presentazione della dichiarazione dei redditi

Altri usi importanti

Per Caf e professionisti: guida nella dichiarazione

Dati reddituali e deduzioni

Funzione guida

Nella Certificazione unica quali dati sono inclusi?

La Certificazione Unica non si limita a fornire informazioni sui redditi percepiti. Questo documento è infatti arricchito da una serie di dati che riguardano vari aspetti della vita lavorativa e contributiva del percipiente. Vediamo più nel dettaglio quali sono questi dati.

Informazioni sulla previdenza complementare

La CU offre un quadro dettagliato della situazione previdenziale del lavoratore, includendo:

Situazioni particolari

Alcuni lavoratori devono prestare attenzione a specifiche situazioni che potrebbero influenzare il contenuto della loro Certificazione Unica:

Utilità per l’amministrazione finanziaria

La Certificazione Unica non solo facilita la vita dei lavoratori e dei professionisti che li assistono ma è anche un prezioso strumento per l’Amministrazione Finanziaria. Questa utilizza i dati della CU per:

Le novità della Certificazione unica 2024

La Certificazione unica si aggiorna periodicamente per riflettere le evoluzioni normative e fiscali. L’edizione 2024 introduce alcune novità significative, in linea con i cambiamenti legislativi avvenuti a partire dall’1 gennaio 2023. Vediamone i dettagli.

Erogazioni in natura e benefits

Una delle principali innovazioni riguarda le erogazioni in natura o benefit. Per la prima volta, vengono considerate due diverse soglie di esenzione, sia fiscale che previdenziale, per le erogazioni non monetarie:

Buoni carburante e mance

Lavoro sportivo

Un’altra significativa aggiunta riguarda il settore sportivo, in particolare:

Certificazione unica, a cosa serve
Nell’immagine un lavoratore mentre compila la Certificazione unica.

FAQ (domande e risposte)

Cos’è la Certificazione unica e quali redditi certifica?

La certificazione unica è un documento essenziale che verifica i redditi derivanti da lavoro dipendente, lavoro assimilato al dipendente, e alcune categorie di lavoro autonomo, erogati dal sostituto d’imposta entro date specifiche. Questa certificazione copre una vasta gamma di redditi, inclusi i compensi per collaborazioni occasionali, gli amministratori di società, le indennità di stage, le borse di studio, e gli assegni di mantenimento per l’ex coniuge. Inoltre, la certificazione unica documenta i dati previdenziali e assicurativi riferiti all’anno in corso.

Per chi è obbligatoria la Certificazione unica?

La certificazione unica è mandatoria per i sostituti d’imposta, quali datori di lavoro o committenti, che erogano redditi da lavoro dipendente e assimilato, oltre a certi tipi di redditi autonomi. Questo documento è cruciale per garantire la trasparenza fiscale e la corretta dichiarazione dei redditi da parte dei lavoratori.

Qual è la scadenza per la consegna della Certificazione unica 2024?

Le scadenze per la certificazione unica 2024 sono stabilite come segue: il 18 marzo 2024 per la consegna del modello sintetico ai percipienti e per l’invio telematico del modello ordinario all’Agenzia delle Entrate; il 31 ottobre 2024 per la trasmissione telematica delle certificazioni che includono redditi non utilizzabili per la dichiarazione precompilata.

Quali vantaggi offre la Certificazione unica ai percipienti?

La certificazione unica offre numerosi vantaggi ai percipienti, essendo indispensabile per la presentazione della dichiarazione dei redditi e per dichiarare ufficialmente i redditi prodotti nell’anno. Essa facilita anche l’accesso a prestazioni sociali, l’ottenimento dell’ISEE, e l’adesione a regimi fiscali agevolati. Oltre ai dati reddituali, la certificazione fornisce informazioni su oneri deducibili e detraibili, essenziali per il Caf o il professionista nella predisposizione della dichiarazione dei redditi.

Che informazioni contiene la Certificazione unica sulle deduzioni?

La certificazione unica include dettagli sugli oneri deducibili e detraibili, quali quelli trattenuti dal sostituto d’imposta e riconosciuti in busta paga, oltre a quelli rimborsati dal datore di lavoro. Queste informazioni sono fondamentali per evitare duplicazioni nella dichiarazione dei redditi e guidare i professionisti nella loro predisposizione.

Quali sono le novità della Certificazione unica nel 2024?

Le novità della certificazione unica 2024 riflettono le recenti modifiche fiscali, con l’introduzione di soglie di esenzione per le erogazioni in natura e benefits, specifiche soglie di esenzione per i buoni carburante, e la nuova sezione dedicata alle mance detassate e ai lavoratori sportivi dilettantistici, in linea con le ultime riforme del lavoro sportivo. Queste aggiunte rendono la certificazione unica uno strumento ancora più completo e attinente alle esigenze attuali dei lavoratori e dei datori di lavoro.

Ecco i 5 articoli sul lavoro preferiti dagli utenti: