privacy
Home / Lavoro / Con la Naspi c’è l’iscrizione al SIISL
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Con la Naspi c’è l’iscrizione al SIISL

Con la Naspi c’è l’iscrizione al SIISL si attiva in automatico la procedura per l’iscrizione alla SIISL, il sistema informativo per l’inclusione sociale già attivo per i richiedenti di Adi e Sfl. Vediamo come funziona.

di Redazione

Maggio 2024

Con la Naspi c’è l’iscrizione al SIISL, lo prevede la legge che ha disposto per tutte le persone che richiedono la Naspi o la Dis-Coll l’iscrizione d’ufficio al sistema informativo per l’inclusione sociale. (scopri le ultime notizie su lavoro, disoccupazione, offerte di lavoro e concorsi attivi. Ricevi le news gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Con la Naspi c’è l’iscrizione al Siisl: dal 7 maggio

A partire dal 7 maggio, la legge stabilisce un cambiamento importante per chi richiede le indennità di disoccupazione Naspi o Dis-Coll: l’iscrizione automatica al Sistema Informativo per l’Inclusione Sociale e Lavorativa (SIISL). La misura è inclusa nel decreto legge coesione, che punta a facilitare l’integrazione dei disoccupati nei circuiti di inclusione sociale e lavorativa già gestiti per i beneficiari di altre misure, come Adi e Sfl.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Cosa comporta questa iscrizione automatica?

  1. Registrazione automatizzata: non appena viene presentata la richiesta per Naspi o Dis-Coll, il sistema provvede automaticamente alla registrazione dell’individuo nel SIISL.
  2. Obblighi del beneficiario: i disoccupati sono tenuti a compilare un curriculum vitae, aderire a un patto di attivazione digitale e a un patto di servizio, che la piattaforma SIISL proporrà in una bozza precompilata.

Questa procedura è specificata nell’articolo 25 del decreto legge n. 60/2024, noto come “decreto coesione”, che è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 105 del 7 maggio 2024 ed è entrato in vigore l’8 maggio 2024.

Cos’è la piattaforma Siisl

Il Sistema Informativo per l’Inclusione Sociale e Lavorativa (SIISL) è stato introdotto dall’INPS e dal Ministero del Lavoro. Creato con il decreto legge n. 48/2023, successivamente convertito nella legge n. 78/2023 (noto come “decreto Calderone”), il SIISL è stato progettato per attivare percorsi personalizzati di ricerca di lavoro e per potenziare le competenze dei beneficiari delle misure di inclusione sociale e lavorativa.

Funzionalità e scopi del Siisl

Interazione con i beneficiari

I beneficiari di Adi e Sfl, tramite il SIISL, sono tenuti a:

  1. Sottoscrivere il Patto di Attivazione Digitale (PAD): un accordo che stabilisce le modalità di utilizzo delle risorse digitali per la ricerca attiva di lavoro.
  2. Partecipare a incontri iniziali: servono per stipulare il patto di servizio personalizzato presso i servizi sociali o i centri per l’impiego.

Risultati dell’interazione tramite il Siisl

Dopo aver definito le attività nel patto di servizio, i beneficiari attraverso il SIISL possono:

Questi servizi e opportunità sono forniti da soggetti pubblici e privati, accreditati presso i sistemi regionali, fondi paritetici interprofessionali e enti bilaterali, che collaborano per il rafforzamento delle competenze e l’integrazione lavorativa.

Cosa comporta l’iscrizione

L’iscrizione al Siisl non è solo una formalità amministrativa; ìimplica specifiche responsabilità per i beneficiari, nonché potenziali sanzioni in caso di mancato rispetto degli impegni presi.

Obblighi e condizionalità dell’iscrizione

L’iscrizione al Siisl impone ai beneficiari di aderire a un codice di condotta definito e di rispettare gli obblighi previsti dal patto di servizio. Questi obblighi sono essenziali per mantenere il sostegno finanziario e lo status di disoccupato. Il mancato rispetto di queste condizioni può portare a conseguenze significative.

Tipologie di sanzioni

Le sanzioni per il mancato rispetto degli obblighi possono variare considerevolmente, a seconda della gravità dell’inadempienza:

Casi specifici di sanzione

Le sanzioni vengono applicate in situazioni specifiche quali:

Novità per Naspi e Dis-Coll

Recentemente, come abbiamo visto, le regole sull’iscrizione al Siisl sono state estese per includere non solo i beneficiari di Adi e Sfl, ma anche chi riceve le indennità Naspi e Dis-Coll.

Estensione dell’obbligo di iscrizione

A seguito di questa novità legislativa:

Implementazione dei patti di servizio

Gestione delle informazioni

Le informazioni necessarie per la profilazione e l’attivazione dei servizi sono prelevate dalle banche dati del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, nonché da quelle gestite da altre amministrazioni o enti pubblici. Questo assicura una rapida attivazione dei servizi e una personalizzazione basata sui dati attuali del beneficiario.

Ruolo dei centri per l’impiego

Infine, i centri per l’impiego hanno un ruolo fondamentale nella nuova configurazione del Siisl:

Conclusioni

L’introduzione dell’obbligo di iscrizione al Sistema Informativo per l’Inclusione Sociale e Lavorativa (SIISL) per i percettori di Naspi e Dis-Coll rappresenta un passo verso un’integrazione più efficace dei disoccupati nei percorsi di inclusione lavorativa. Con queste nuove disposizioni, il governo mira a rafforzare il legame tra le misure di sostegno al reddito e l’attivazione lavorativa, incentivando così un ritorno più rapido e qualitativo al mondo del lavoro.

Punti chiave

Importanza delle nuove regolamentazioni

Queste modifiche dovrebbero migliorare l’efficienza dell’assistenza ai disoccupati e incoraggiare un atteggiamento più attivo nella ricerca di nuove opportunità di lavoro, utilizzando le risorse e il supporto offerti dal SIISL. L’obiettivo finale è quello di ridurre il tasso di disoccupazione e di aumentare la qualità dell’inserimento lavorativo in Italia.

Con la Naspi c’è l’iscrizione al SIISL
Nell’immagine un lavoratore in Naspi che verifica l’iscrizione alla piattaforma SIISL per l’inclusione sociale.

FAQ (domande e risposte)

Cosa prevede il decreto coesione per la Naspi dal 7 maggio?

Il decreto coesione, in vigore dal 7 maggio, stabilisce che tutti i richiedenti le indennità di disoccupazione Naspi o Dis-Coll siano automaticamente iscritti al Sistema Informativo per l’Inclusione Sociale e Lavorativa (SIISL). Questa procedura automatica è pensata per integrare i disoccupati più rapidamente e efficacemente nei circuiti di inclusione sociale e lavorativa. L’articolo 25 del decreto, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, dettaglia questa nuova normativa, che entra in effetto l’8 maggio 2024.

Quali obblighi comporta l’iscrizione al SIISL con la Naspi?

Con l’iscrizione al SIISL, i beneficiari Naspi e Dis-Coll devono assumersi specifici obblighi:

  1. Sottoscrizione di un curriculum vitae: È richiesto per promuovere le competenze professionali dei disoccupati.
  2. Patto di attivazione digitale: Un impegno a utilizzare le risorse digitali per la ricerca attiva di lavoro.
  3. Patto di servizio: Un accordo che definisce i servizi e le attività di inclusione lavorativa personalizzati che il beneficiario dovrà seguire.

Questi obblighi sono progettati per garantire che i beneficiari siano attivamente coinvolti nel loro percorso di reintegrazione lavorativa.

Come funziona la piattaforma SIISL per i disoccupati?

Il SIISL serve come hub centrale per attivare percorsi personalizzati di ricerca del lavoro e per il rafforzamento delle competenze. I disoccupati iscritti al sistema possono:

Quali sanzioni prevede il SIISL per mancato rispetto degli obblighi?

Le sanzioni per il mancato rispetto degli obblighi previsti dal SIISL possono essere severe, includendo:

Queste sanzioni vengono applicate in situazioni di assenza ingiustificata agli appuntamenti, non partecipazione a misure di politica attiva o rifiuto di offerte di lavoro congrue.

Qual è il ruolo del SIISL nella ricerca di lavoro?

Il ruolo principale del SIISL nella ricerca di lavoro è di fungere da ponte tra i disoccupati e le opportunità lavorative, facilitando l’accesso a:

Come cambia l’iscrizione al SIISL per Naspi e Dis-Coll nel 2024?

Nel 2024, l’estensione dell’obbligo di iscrizione al SIISL ai beneficiari di Naspi e Dis-Coll significa che anche questi gruppi saranno coinvolti direttamente nel sistema di inclusione lavorativa. Questo cambiamento garantisce che:

Ecco i 5 articoli sul lavoro preferiti dagli utenti: