privacy
Home / Concorsi Pubblici / Concorso vigili del fuoco per 350 diplomati in arrivo
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Concorso vigili del fuoco per 350 diplomati in arrivo

Scopri il concorso per vigili del fuoco nel 2024, chi può candidarsi, come partecipare e quali sono le prove da superare.

di Antonio Dello Iaco

Giugno 2024

Sono 350 i posti di lavoro del concorso per vigili del fuoco nel 2024. Scopriamo insieme nei prossimi paragrafi quali sono le modalità e i termini di candidatura e quali requisiti bisogna rispettare per candidarsi (scopri gli ultimi concorsi attivi e le offerte di lavoro. Ricevi le news gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Concorso per vigili del fuoco nel 2024: i posti

Come abbiamo detto in apertura di questo articolo, i posti di lavoro liberi che dovranno essere coperti con le nuove assunzioni sono 350. Il bando ufficiale di concorso prevede una riserva di posti così ripartita:

I posti riservati che non dovessero essere coperti saranno riempiti con i candidati che hanno ottenuto i migliori posizionamenti in graduatoria.

Chi può partecipare ai concorsi

Possono candidarsi a questo concorso i cittadini e le cittadine che rispettano tutti i requisiti scritti all’interno del bando ufficiale di selezione come:

Il bando è molto chiaro poi sui casi di esclusione, “Non sono ammessi al concorso coloro che siano stati espulsi dalle forze armate e dai corpi militarmente organizzati o che abbiano riportato sentenza irrevocabile di condanna per delitto non colposo ovvero siano stati sottoposti a misura di prevenzione nonché coloro che siano stati destituiti da pubblici uffici o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento ovvero siano stati dichiarati decaduti da un impiego statale ai sensi dell’art. 127, comma 1, lettera d), del decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, numero 3.

CONCORSI, GUIDA FACILE AI BANDI 🎯 ERRORI DA EVITARE 🚫

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Come candidarsi al concorso per Vigili del Fuoco

Ogni candidato può iscriversi alla selezione per vigili del fuoco attraverso il portale ufficiale INPA. La procedura di candidatura da seguire prevede la necessità di:

Le domande di candidatura vanno inviate entro il 20 giugno 2024.

Quali sono le prove da superare?

Ogni partecipante alla selezione concorsuale dovrà superare una serie di prove di concorso utili a definire il posizionamento nella graduatoria generale. Abbiamo riassunto nella prossima tabella quali sono i test e gli esami che i candidati dovranno affrontare.

Ecco la tabella con le informazioni fornite:

Fase del ConcorsoDettagli
Prova Preselettiva (si svolge solo in caso di un alto numero di partecipanti)La preselezione potrà svolgersi in sedi decentrate e consisterà nella risoluzione di quesiti a risposta multipla sulle seguenti materie:
– Storia d’Italia dal 1861 ad oggi
– Elementi di chimica e fisica
– Quesiti logico-deduttivi e analitici per esplorare le capacità intellettive e di ragionamento
– Quesiti sull’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e della lingua inglese
Prove di Esame Motorio-AttitudinaliI concorrenti dovranno superare tre prove motorio-attitudinali, ciascuna formata da più moduli. Ogni prova è superata con una votazione di almeno 21/30 in ciascun modulo e nella prova.
Prova 1Valutazione equilibrio, forza, coordinazione e reazione motoria
– Modulo A: Traslocazione alla trave alta
– Modulo B: Trazioni complete alla sbarra fissa
– Modulo C: Piegamenti sulle braccia e spostamento laterale
Prova 2Valutazione della resistenza
– Percorrere 1.000 metri piani nel minor tempo possibile, con un massimo di 10 partecipanti per batteria
Prova 3Valutazione dell’acquaticità
– Esercizi in piscina per complessivi 25 metri, parte in galleggiamento prono e parte in immersione in apnea, nel minor tempo possibile
Valutazione dei TitoliLa valutazione dei titoli seguirà le prove d’esame e i titoli valutabili devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle candidature.
Come diventare Vigile del Fuoco: le prove
Concorso vigili del fuoco per 350 diplomati in arrivo
L’immagine rappresenta un vincitore del concorso per vigili del fuoco nel 2024 al lavoro

FAQ su come diventare vigile del fuoco

Come diventare Vigile del Fuoco?

Diventare Vigile del Fuoco richiede il superamento di un concorso pubblico. Prima di tutto, bisogna soddisfare i requisiti di base, che includono l’età minima di 18 anni e il possesso di un diploma di scuola superiore.

Una volta verificati i requisiti, è fondamentale prepararsi per le prove previste dal concorso. Queste prove includono una preselezione con domande a risposta multipla e tre prove motorio-attitudinali. È importante informarsi sui bandi di concorso pubblicati sul sito ufficiale dei Vigili del Fuoco e studiare le materie richieste per le prove.

Come mi preparo per le prove del concorso Vigile del Fuoco?

Per prepararti al meglio per le prove del concorso Vigile del Fuoco, è importante studiare le materie della prova preselettiva, che includono storia, chimica, fisica, logica, informatica e inglese. Puoi trovare materiali di studio e quiz online per esercitarti.

Per le prove motorio-attitudinali, è essenziale allenarsi fisicamente, concentrandosi su esercizi che migliorano l’equilibrio, la forza, la resistenza e la capacità di nuotare. Inoltre, è utile consultare i bandi di concorso per conoscere i dettagli specifici delle prove e i moduli richiesti. Puoi anche considerare di seguire corsi di preparazione specifici per i concorsi dei Vigili del Fuoco.

Cosa succede se non supero una delle prove motorio-attitudinali?

Se non superi una delle prove motorio-attitudinali, purtroppo non puoi proseguire nel concorso e sarai escluso dalla selezione. Ogni prova richiede un punteggio minimo di 21/30 per essere considerata superata.

Se una prova è composta da più moduli, è necessario ottenere almeno 21/30 in ogni modulo. Il punteggio complessivo della prova è dato dalla media dei singoli punteggi dei moduli. È quindi importante prepararsi adeguatamente per ogni singolo modulo e per ogni prova nel suo insieme. Se non superi una prova, potrai riprovare nei concorsi successivi, migliorando la tua preparazione nelle aree in cui hai riscontrato difficoltà.

Scopri quali sono gli ultimi concorsi attivi e le aziende che stanno assumendo in questi mesi.