privacy
Home / Pensioni / Contributi volontari casalinghe e pensione: guida
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Contributi volontari casalinghe e pensione: guida

Ecco come funzionano i contributi volontari per casalinghe, come iscriversi al fondo pensione e se possono farlo tutte.

di Antonio Dello Iaco

Marzo 2024

È possibile versare dei contributi volontari per casalinghe? Scopri cosa dice la normativa nazionale (scopri le ultime notizie sulle pensioni e su Invalidità e Legge 104. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Contributi volontari per casalinghe: è possibile?

Prima di iniziare questo articolo è doveroso fare una precisazione. All’interno del pezzo useremo il termine declinato al femminile perché il mestiere di collaboratore domestico è più svolto tra le donne.

Secondo i dati Istati infatti, al 2019 il numero degli uomini italiani che si definiva casalingo aveva toccato i massimi storici attestandosi a 100mila unità. Le donne invece, seppur con una diminuzione dell’1,6 per cento, erano pari a 4,187 milioni.

In ogni caso, in Italia le persone che svolgono lavori di cura non retribuiti e derivanti da responsabilità familiari possono iscriversi al Fondo Casalinghe e Casalinghi. A dirlo è l’INPS tramite una sezione dedicata al tema sul suo sito ufficiale.

Una volta seguita la procedura di attivazione, è possibile iniziare il versamento dei contributi per assicurarsi un assegno previdenziale in futuro.

Chi può iscriversi?

Come spiega in modo dettagliato il portale dell’Istituto, non tutte le casalinghe possono iscriversi a questo fondo che, invece, è destinato solo a persone di entrambi i sessi con età compresa fra i 16 e i 65 anni.

È poi necessario il rispetto di una serie di requisiti quali:

Le condizioni che abbiamo appena elencato, secondo quanto confermato stesso dall’INPS, si verificano solo per:

BONUS OVER 55, 60, 65 e 75 ANNI

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Come iscriversi al Fondo Casalinghe INPS

La procedura di iscrizione è molto semplice è prevede la necessità di collegarsi al portale ufficiale dell’INPS e di cercare il servizio “Iscrizione Fondo Casalinghe e Casalinghi“.

A questo punto dovrai accedere alla piattaforma, utilizzando una delle identità digitali riconosciute tra lo Spid, la Cie o la Cns, e compilare l’apposito modulo online che prevede l’autodichiarazione del possesso dei requisiti che è obbligatorio possedere.

ASSEGNO DI INCLUSIONE da 1449 EURO: PER CHI, OVER 60, DISABILI e CALCOLO degli IMPORTI con ESEMPI

Come funzionano i versamenti per casalinghe?

Una volta che il contribuente viene accettato nel Fondo, dopo aver presentato una serie di documenti e informazioni all’INPS, riceve una lettera a casa con il Codice Fondo assegnato.

I contributi possono essere pagati attraverso il Portale dei Pagamenti, nella sezione “Fondo Casalinghe e Casalinghi”, accedendo con credenziali o codice fiscale e Codice Fondo.

Un’altra possibilità in mano a chi è più interessato, è quella di accedere al Portale tramite un link nella procedura “Fondo Casalinghe e Casalinghi”.

Dalla piattaforma infatti, è possibile compilare e stampare gli avvisi di pagamento, pagare online con PagoPA, e visualizzare o stampare le ricevute di pagamento.

Quanto bisogna versare?

Questi versamenti fungono da fondo integrativo pensionistico e consentono all’interessata di ottenere un piano previdenziale una volta superata l’età lavorativa.

L’importo dei singoli versamenti è flessibile sia in termini di tempo, sia di importo. Ognuno può infatti decidere quanti pagamenti pare al mese e qual è l’ammontare migliore.

Il minimo da rispettare è pari a 25,82 euro per ogni mese di contribuzione. Ricorda poi che i contributi che versi sono del tutto deducibili dall’IRPEF del dichiarante e dei familiari a suo carico.

6 BONUS per MAMME nel 2024: lavoratrici, disoccupate e casalinghe

Quanto prendo di contributo?

Il calcolo del contributo lo possiamo provare ad approssimare con alcune semplici formule. Per comprendere per quanto tempo dureranno in futuro gli accrediti infatti, conviene dividere l’importo totale versato per 25,82.

Facciamo un esempio pratico riprendendo quello presente sul sito ufficiale INPS:

FAQ sul fondo pensioni casalinghe

Come funziona l’iscrizione al Fondo Casalinghe?

L’iscrizione al Fondo Casalinghe avviene in modo agevole e senza complicazioni burocratiche eccessive. Una volta presentata la domanda, se non ci sono impedimenti, l’accettazione è automatica.

In questo modo, chi richiede l’iscrizione può iniziare a versare i contributi dopo aver ricevuto la comunicazione di accettazione, insieme alle informazioni necessarie sui pagamenti e sulla distribuzione dei pagamenti.

È importante notare che l’iscrizione diventa attiva sin dal primo giorno del mese in cui è stata presentata la domanda, anche se non si effettuano immediatamente versamenti. In questo modo, si garantisce una copertura previdenziale anche durante i periodi in cui non si è in grado di contribuire attivamente.

Come si fa a presentare domanda per l’iscrizione al Fondo Casalinghe?

La procedura per presentare domanda di iscrizione al Fondo Casalinghe è semplice e accessibile. È possibile compilare il modulo online disponibile sul sito dell’INPS utilizzando le proprie credenziali.

In alternativa, è possibile contattare il Contact Center dedicato al numero 803164 (gratuito da rete fissa) o 0614164 (da rete mobile), oppure rivolgersi a patronati e intermediari dell’Istituto per assistenza e supporto nella presentazione della domanda.

Una volta completata la procedura, sarà possibile ottenere una ricevuta come conferma dell’avvenuta presentazione.

Quali sono i tempi di lavorazione del provvedimento di iscrizione al Fondo Casalinghe?

Il tempo previsto per l’emissione dei provvedimenti di iscrizione al Fondo Casalinghe è stabilito dalla legge n. 241/1990 e di solito è di 30 giorni.

Tuttavia, è importante tenere presente che in alcuni casi possono essere previsti tempi diversi, stabiliti dall’Istituto con regolamento. Pertanto, è consigliabile consultare le disposizioni specifiche e eventuali aggiornamenti forniti dall’INPS per avere informazioni aggiornate sui tempi di lavorazione del provvedimento di iscrizione.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni: