privacy
Home / Pensioni / Importo della pensione rispetto allo stipendio (2024)
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Importo della pensione rispetto allo stipendio (2024)

Come si calcola l’importo della pensione rispetto allo stipendio e alla pensione lorda? Lo verifichiamo in questo post che può essere utile a quanti vogliono sapere in anticipo su quale somma mensile si potrà disporre dopo aver interrotto l’attività lavorativa.

di Redazione

Maggio 2024

Importo della pensione rispetto allo stipendio: vediamo in questo post come si calcola l’assegno pensionistico netto rispetto allo stipendio o al lordo della pensione. Rispondiamo così a una domanda sempre più frequente negli ultimi anni: sono tanti i futuri pensionati che temono di aver diritto a una pensione troppo bassa per garantire un tenore di vita almeno simile a quello tenuto mentre si era in attività. (scopri le ultime notizie sulle pensioni e su Invalidità e Legge 104. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Come si calcola la pensione netta che ci spetta

Per avere una simulazione attendibile dell’importo della pensione futura, è possibile utilizzare il servizio online La mia pensione futura offerto dall’INPS. Questo strumento si basa sulle leggi in vigore e su tre elementi fondamentali:

Il servizio consente di esplorare diversi scenari di pensionamento, sia anticipati che posticipati, e di valutare come variazioni nella retribuzione influenzino l’importo finale dell’assegno pensionistico.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Le informazioni che si possono avere dal servizio INPS

Il servizio “La mia pensione futura” offre diverse funzionalità utili per chi si appresta a pianificare la propria pensione:

Controllare i contributi versati

Conoscere la data di maturazione del diritto alla pensione

Calcolare l’importo stimato della pensione

Ottenere una stima del rapporto fra la pensione e lo stipendio

Simulare scenari futuri

Questo strumento è particolarmente utile per i lavoratori che contribuiscono ai Fondi e Gestioni amministrate dall’INPS, permettendo una pianificazione accurata e personalizzata del proprio futuro pensionistico.

Importo della pensione rispetto allo stipendio: la formula da utilizzare

Per calcolare l’importo della pensione futura, si applica una formula specifica che considera diversi fattori chiave:

La formula utilizzata è: Pensione futura = Montante contributivo × Coefficiente di trasformazione

Questa metodologia tiene conto anche delle frazioni d’anno, assicurando che ogni mese di lavoro contribuisca all’assegno pensionistico finale.

Tabelle dei coefficienti per il calcolo della pensione

Vediamo quali sono i coefficienti da utilizzare nel 2024 per il calcolo della pensione e come sono cambiati negli ultimi anni.

Età del lavoratore alla decorrenza (anni)1996-20092010-20122013-20152016-20182019-20202021-20222023-2024
574,720%4,419%4,304%4,246%4,200%4,186%4,270%
584,860%4,538%4,416%4,289%4,203%4,178%4,378%
595,006%4,664%4,535%4,447%4,414%4,399%4,493%
605,163%4,798%4,661%4,589%4,532%4,515%4,615%
615,330%4,940%4,796%4,719%4,657%4,639%4,744%
625,514%5,090%4,944%4,865%4,790%4,782%4,882%
635,706%5,297%5,094%5,002%4,932%4,910%5,028%
645,911%5,432%5,259%5,159%5,083%5,060%5,184%
656,136%5,520%5,435%5,326%5,235%5,225%5,352%
666,136%5,620%5,624%5,506%5,419%5,391%5,531%
676,136%5,620%5,826%5,700%5,604%5,772%5,723%
686,136%5,620%6,046%5,910%5,804%5,771%5,931%
696,136%5,620%6,283%6,125%6,004%5,975%6,141%
706,136%5,620%6,541%6,378%6,257%6,215%6,395%
716,136%5,620%6,541%6,378%6,513%6,466%6,655%

Come calcolare la pensione

Per stimare correttamente la propria pensione futura, è importante dunque conoscere alcune informazioni chiave:

Quali sono i coefficienti di trasformazione 2023?

I coefficienti di trasformazione per il 2024, che influenzano il calcolo delle pensioni contributive o per la quota parte calcolata con questo sistema, sono stati aggiornati per riflettere le condizioni economiche attuali.

Qual è l’importo della pensione rispetto allo stipendio

Uno degli aspetti più rilevanti nella pianificazione della pensione è il tasso di sostituzione, che indica il rapporto tra la prima pensione e l’ultimo stipendio. Questo parametro è particolarmente importante perché riflette in che misura la pensione sostituirà il reddito percepito durante gli anni di lavoro.

Evoluzione del tasso di sostituzione

Negli ultimi decenni, le riforme pensionistiche, come quelle introdotte da Dini e Fornero, hanno ridotto il tasso di sostituzione, penalizzando in particolare le nuove generazioni e chi ha iniziato a lavorare dopo il 31 dicembre 1995.

In media, nel sistema contributivo puro:

Esempio pratico con stipendio di 2.000 euro

Per un lavoratore che guadagna 2.000 euro al mese:

Questo esempio aiuta a comprendere come le variabili individuali come l’ammontare dei contributi e l’età di pensionamento influenzino l’importo finale della pensione.

Come si determina la pensione netta

Per calcolare la pensione netta, simile al calcolo dello stipendio netto, è necessario sottrarre dal lordo le tasse e aggiungere le eventuali detrazioni spettanti. Bisogna quindi considerare vari elementi fiscali che incidono sull’importo finale che il pensionato riceverà effettivamente.

Calcolo della pensione netta partendo dal lordo

La formula per determinare la pensione netta è la seguente:

Pensione netta=Pensione lorda−(IRPEF dovuta + Addizionali)+Detrazioni IRPEF spettanti

Questa formula prende in considerazione:

Utilizzare questa formula aiuta a ottenere una stima accurata di quanto sarà effettivamente disponibile mensilmente per il pensionato, permettendo una pianificazione finanziaria più precisa.

Esempio di calcolo

Per facilitare la comprensione, ecco un esempio pratico:

Supponiamo che la pensione lorda sia di 1.500 euro al mese. Se l’IRPEF dovuta è di 300 euro e le addizionali ammontano a 50 euro, ma ci sono detrazioni IRPEF di 100 euro, il calcolo sarà:

1.500 euro−(300 euro + 50 euro)+100 euro=1.250 euro1.500 euro−(300 euro + 50 euro)+100 euro=1.250 euro

Questo esempio illustra come da una pensione lorda di 1.500 euro si arrivi a una pensione netta di 1.250 euro.

Come sapere quando si andrà in pensione

Determinare la data di inizio della pensione è fondamentale per pianificare il passaggio dalla vita lavorativa alla pensione. Vari strumenti online facilitano questo calcolo, permettendo ai futuri pensionati di ottenere previsioni accurate su quando potranno iniziare a percepire la pensione.

Servizi online per il calcolo della pensione

Come accennato uno strumento utilizzato per questa previsione è il servizio di calcolo pensione gratuito messo a disposizione dall’INPS. Un simulatore consente di accedere a stime dell’importo futuro della pensione in relazione allo stipendio. Questo strumento si basa su dati personali e contributivi per fornire risposte dettagliate e personalizzate.

Importo della pensione rispetto allo stipendio
Nell’immagine una coppia prossima alla pensione cerca di calcolare quanto perderanno rispetto allo stipendio.

FAQ (domande e risposte)

Come si calcola l’importo netto della pensione?

L’importo netto della pensione si calcola sottraendo le tasse e aggiungendo eventuali detrazioni spettanti all’importo lordo. Questo processo si basa su una formula precisa: pensione netta = pensione lorda – (IRPEF dovuta + addizionali) + detrazioni IRPEF spettanti. Questo calcolo considera vari fattori come l’IRPEF, che varia a seconda dello scaglione di reddito, e le addizionali comunali e regionali.

Quali servizi INPS aiutano a calcolare la pensione?

L’INPS offre diversi servizi per aiutare i lavoratori a calcolare la pensione futura. Uno di questi è “La mia pensione futura”, un servizio online che permette di simulare l’importo della pensione basandosi su età, storia lavorativa e retribuzione. Questo strumento permette anche di controllare i contributi versati, segnalare periodi di contribuzione mancanti, e conoscere la data in cui si matura il diritto alla pensione.

Che cosa influenza il tasso di sostituzione pensionistico?

Il tasso di sostituzione, che indica il rapporto tra la prima pensione e l’ultimo stipendio, è influenzato da vari fattori. Questi includono il tipo di sistema pensionistico (retributivo o contributivo), il numero di anni di contribuzione, e le riforme pensionistiche come quelle di Dini e Fornero. Ad esempio, con 40 anni di contributi nel sistema contributivo, si può arrivare a percepire circa il 60% dell’ultimo stipendio.

Qual è l’importo della pensione con uno stipendio di 2.000 euro?

Per un lavoratore che guadagna 2.000 euro al mese, la pensione futura può variare da circa 1.600 euro a 1.000 euro, a seconda di vari parametri come anni di contribuzione e l’età di pensionamento. Questo è un esempio del calcolo che si può fare con il servizio “La mia pensione futura” dell’INPS, considerando le specifiche del lavoratore.

Come si calcola la pensione netta partendo dal lordo?

Per calcolare la pensione netta a partire dal lordo, si utilizza la formula menzionata: pensione netta = pensione lorda – (IRPEF dovuta + addizionali) + detrazioni IRPEF spettanti. Questo calcolo aiuta a determinare quanto un pensionato effettivamente riceverà dopo le tasse e considerando le detrazioni spettanti.

Quando posso sapere la mia data di pensionamento?

La data di pensionamento può essere stimata utilizzando servizi online come quello fornito dall’INPS o da altri portali come PMI.it. Questi strumenti richiedono di inserire dati personali e lavorativi per calcolare la data di decorrenza della pensione. L’accesso a questi strumenti permette ai lavoratori di pianificare adeguatamente per il futuro, tenendo conto delle varie opzioni pensionistiche disponibili.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni: