privacy
Home / Pensioni / In pensione 5 anni prima: chi può farlo
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

In pensione 5 anni prima: chi può farlo

Come andare in pensione 5 anni prima? Ecco le soluzioni possibili e chi può accedervi.

di Carmine Roca

Maggio 2023

Come andare in pensione 5 anni prima e chi può farlo? Ne parliamo in questo approfondimento (scopri le ultimissime notizie sulle pensioni sempre aggiornate. Ricevi su WhatsApp e sul canale Telegram la rassegna stampa con le ultime novità sui concorsi e sul mondo del lavoro. Resta sempre aggiornato sulla nostra pagina Facebook e Prova il nostro tool online per la ricerca di lavoro in ogni parte d’Italia. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Come andare in pensione 5 anni prima: Quota 103

Quando parliamo di come andare in pensione 5 anni prima, ci riferiamo sia all’età anagrafica, che all’anzianità contributiva.

Il nostro ordinamento previdenziale prevede più di una possibilità per uscire dal mondo del lavoro con 5 anni in meno di età rispetto ai canonici 67 anni per la pensione di vecchiaia e con 5 anni in meno di contributi rispetto ai 20 anni obbligatori per la pensione di vecchiaia.

Ad esempio, l’ultima misura introdotta nel panorama pensionistico italiano, Quota 103, consente di andare in pensione con 5 anni di età in meno rispetto ai 67 anni (62 anni) e con 41 anni di contributi versati.

Quota 103 non prevede penalizzazioni, ma fino al compimento dell’età per la pensione di vecchiaia, non si potrà percepire un assegno mensile superiore a 2.818,65 euro lordi.

Invece è prevista una busta paga più corposa per chi, in possesso dei requisiti anagrafici e contributivi, decide di continuare a lavorare. Viene meno l’obbligo di versamento contributivo da parte del datore di lavoro e di quella a carico del lavoratore. L’importo dei contributi non versati è corrisposto al lavoratore ed è imponibile ai fini fiscali.

Aggiungiti al gruppo WhatsApp e al canale Telegram di news sul lavoro ed entra nella community di TheWam per ricevere tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Come andare in pensione 5 anni prima: contratto di espansione

Come andare in pensione 5 anni prima? Si può fare anche con il contratto di espansione, misura prorogata dal decreto lavoro fino al 31 dicembre 2025.

La possibilità è concessa soltanto ai lavoratori dipendenti di aziende con organici superiori a 50 membri lavorativi (inizialmente il limite era fissato a 500 occupati).

In pratica, grazie al contratto di espansione, un lavoratore di 62 anni o in possesso di almeno 15 anni di contributi per la pensione di vecchiaia, può anticipare l’uscita dal mondo del lavoro, in seguito ad accordi tra azienda e sindacati.

Chi acconsente allo scivolo pensionistico avrà diritto a un’indennità mensile erogata direttamente dall’INPS al lavoratore, dopo l’accordo sottoscritto dallo stesso ente previdenziale, dal datore di lavoro, dal lavoratore e dalle parti sociali. L’obiettivo del contratto di espansione è l’uscita di lavoratori più anziani per favorire l’inserimento in organico di forza lavoro più giovane.

Come andare in pensione 5 anni prima: deroghe Amato

Altre possibilità per andare in pensione con 5 anni di anticipo arrivano da due delle tre deroghe Amato, anche se non di facile adozione.

La prima deroga Amato consente ai lavoratori dipendenti iscritti presso l’AGO dell’INPS o agli iscritti presso i fondi sostitutivi ed esclusivi, di accedere alla pensione con un minimo di 15 anni di contributi, a condizione che questi siano stati versati solo ed esclusivamente fino al 31 dicembre 1995 (regime retributivo).

Nel computo dei 15 anni di contributi possono essere conteggiati anche i contributi figurativi, quelli riscattati, ricongiunti verso le gestioni INPS e i periodi di lavoro all’estero.

La seconda deroga della legge Amato prevede la possibilità di conseguire la pensione di vecchiaia con 15 anni di contributi anche a chi ha ottenuto l’autorizzazione al versamento dei contributi volontari entro il 31 dicembre 1992.

In questo caso i contributi possono essere stati versati anche dopo il 31 dicembre 1992, ma non possono richiederla gli iscritti presso le gestioni esclusive dell’INPS, come i dipendenti pubblici.

Come andare in pensione 5 anni prima
Come andare in pensione 5 anni prima: in foto marito e moglie abbracciati in spiaggia.

Come andare in pensione 5 anni prima: la RITA

Come andare in pensione 5 anni prima? L’ultima possibilità è data dalla RITA, la Rendita Integrativa Temporanea Anticipata, che consiste nell’erogazione frazionata di tutto o di una parte del montante accumulato per il periodo che decorre dal momento dell’accettazione della richiesta fino al compimento dell’età anagrafica per la pensione di vecchiaia.

Per andare in pensione con la RITA occorrono almeno 5 anni di partecipazione a una forma pensionistica complementare e:

Con la RITA si può andare in pensione con 10 anni di anticipo (a 57 anni) se si è inoccupati da più di 2 anni e sono stati versati almeno 20 anni di contributi.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni: