privacy
Home / Lavoro / Mercato libero luce e gas: pro e contro
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Mercato libero luce e gas: pro e contro

È iniziato il conto alla rovescia per l’arrivo del mercato libero di luce e gas e la fine del mercato tutelato, quello che con le tariffe imposte da Arera. Vediamo quali sono i pro e i contro per i consumatori con questo passaggio.

di Redazione

Dicembre 2023

A partire dal 2024 entra definitivamente in vigore il mercato libero di luce e gas. Scompare quindi il mercato tutelato, ovvero quel tipo di contratto con le tariffe stabilite da Arera. Per essere precisi, lo stop per il gas è a gennaio, mentre per la luce bisognerà attendere ad aprile. In questo post vediamo in modo semplice quali sono i pro e i contro di questo passaggio. (scopri le ultime notizie su lavoro, disoccupazione, offerte di lavoro e concorsi attivi. Ricevi le news gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Come capire se si è nel mercato libero o tutelato?

Determinare a quale mercato appartieni, libero o tutelato, è semplice e può essere fatto esaminando una delle tue ultime bollette. Ogni fornitore, per legge, deve indicare questa informazione chiaramente sul documento. Solitamente, la trovi in alto, a destra o a sinistra, nella prima pagina della bolletta, sotto il logo del fornitore di energia o gas.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Quando si deve passare al mercato libero luce e gas?

Per la transizione dal mercato tutelato a quello libero ci sono scadenze diverse per l’energia elettrica e per il gas. Ecco i dettagli:

Per il gas

Per la luce

In assenza di una scelta, passeranno automaticamente a una fornitura con condizioni stabilite dall’Autorità. Per le utenze luce, il processo è simile, con l’aggiunta del servizio a tutele graduali (Stg) per tre anni, fino al 2027, in caso di mancanza di una scelta attiva.

Eccezioni

Alcune categorie di utenti, considerati vulnerabili, rimangono nel mercato tutelato oltre queste scadenze. Questo include:

Azioni per gli utenti vulnerabili

Vediamo in questo post che succede se non passi al mercato libero.

Cosa devono fare i clienti vulnerabili?

I clienti considerati “vulnerabili” hanno opzioni specifiche nel nuovo mercato libero. Ricordiamo che sono inclusi in questa definizione: anziani oltre 75 anni, beneficiari di bonus energia, persone con disabilità, o chi vive in condizioni di emergenza post-calamità.

Opzioni per i clienti vulnerabili

  1. Trasferimento automatico: se rimangono nel mercato tutelato, saranno trasferiti automaticamente nel servizio di tutela della vulnerabilità dell’Autorità per l’energia. Questo processo è senza interruzioni.
  2. Scegliere il mercato libero: possono optare per il mercato libero e cercare l’offerta più vantaggiosa secondo le loro esigenze.

Queste scelte permettono ai clienti vulnerabili di navigare nel nuovo mercato con supporto e flessibilità.

Quale mercato è più conveniente?

Una delle domande più pressanti per i consumatori riguarda la convenienza, è meglio il mercato tutelato o il mercato libero. Sarà essenziale per i consumatori valutare attentamente tutte le opzioni.

In questo post ti spieghiamo come scegliere il gestore di luce e gas più vantaggioso.

Fattori da considerare nella scelta del mercato

  1. Offerte disponibili: nel mercato libero, i fornitori presentano una varietà di offerte, ognuna con le sue caratteristiche e tariffe.
  2. Stile di consumo: dipendendo dal proprio utilizzo di energia, alcune offerte possono risultare più vantaggiose di altre.
  3. Confronto tra tariffe: utilizzare strumenti come il portale dell’ARERA per confrontare le offerte disponibili e trovare quella più adatta.

Vediamo in questo post quali sono i vantaggi e gli svantaggi delle tariffe a prezzo bloccato.

La scelta tra mercato tutelato e libero dipende da una serie di fattori individuali, rendendo la decisione altamente personale e specifica per ciascun consumatore.

Come scegliere il gestore di luce e gas più vantaggioso.

Come funzionano le tariffe nel mercato libero?

Nel mercato libero, la dinamica delle tariffe cambia significativamente rispetto al sistema del mercato tutelato. Qui, i fornitori hanno la libertà di impostare le proprie tariffe, il che può portare a una maggiore varietà di opzioni e potenziali risparmi per i consumatori.

Tipi di tariffe nel mercato libero

Considerazioni sulle tariffe

Per le tariffe del mercato libero attenti ai costi delle bollette e ai possibili inganni.

La comprensione delle diverse opzioni tariffarie nel mercato libero è fondamentale per permettere ai consumatori di fare una scelta informata e vantaggiosa per le loro specifiche esigenze energetiche.

Mercato libero luce e gas: pro e contro
Nell’immagine una coppia seduta al tavolo della cucina valuta le differenze tra mercato libero di luce e gas e mercato tutelato.

FAQ (domande e risposte)

Quando entra in vigore il mercato libero luce e gas?

Il mercato libero di luce e gas entra in vigore nel 2024. Il passaggio avviene in due fasi: il mercato libero per il gas inizia a gennaio, mentre per la luce, il cambio avverrà ad aprile. Questo rappresenta un momento cruciale per i consumatori italiani, poiché segna la fine del mercato tutelato e l’introduzione di nuove dinamiche nel settore energetico.

Come riconoscere se si è nel mercato libero o tutelato?

Per determinare se si è nel mercato libero o in quello tutelato, è sufficiente controllare una delle ultime bollette ricevute. I fornitori di energia sono obbligati a fornire questa informazione chiaramente nella bolletta. Tipicamente, questa si trova in alto nella prima pagina, sotto il logo del fornitore, a destra o a sinistra. Questo permette ai consumatori di capire rapidamente quale tipo di mercato stanno utilizzando.

Cosa devono fare i clienti vulnerabili nel mercato libero?

I clienti vulnerabili, definiti come coloro che superano i 75 anni di età, beneficiari di bonus energia, persone con disabilità, o chi vive in strutture abitative di emergenza, hanno due opzioni nel mercato libero a partire da gennaio. Possono scegliere di non fare nulla e essere trasferiti automaticamente nel servizio di tutela della vulnerabilità oppure optare per il mercato libero, cercando l’offerta più adatta alle proprie esigenze.

Come si effettua il passaggio al mercato libero di luce e gas?

Il passaggio al mercato libero per il gas inizia a gennaio e per l’elettricità ad aprile. I clienti possono scegliere un’offerta dal loro attuale venditore o cercarne una nuova nel mercato libero. In assenza di una scelta, passeranno automaticamente a una fornitura con condizioni stabilite dall’Autorità. Per le utenze luce, il processo è simile, con l’aggiunta del servizio a tutele graduali (Stg) per tre anni, fino al 2027, in caso di mancanza di una scelta attiva.

Quali sono le differenze di tariffe nel mercato libero?

Nel mercato libero, i fornitori possono stabilire liberamente le tariffe, creando una concorrenza che può portare a maggiori risparmi per i consumatori. Esistono tariffe fisse, più prevedibili ma generalmente più costose, e tariffe variabili, meno prevedibili ma spesso più convenienti. Anche le offerte di energia elettrica nel mercato libero presentano tariffe differenziate in base alle fasce orarie. Gli utenti possono confrontare le varie offerte attraverso il portale dell’ARERA, per scegliere la più conveniente in base ai propri consumi.

Ecco i 5 articoli sul lavoro preferiti dagli utenti: