privacy
Home / Pensioni / Pensione minima per la cessione del quinto?
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Pensione minima per la cessione del quinto?

Pensione minima per la cessione del quinto: qual è l'importo oltre cui non è possibile andare? A cosa serve la cessione del quinto? Ne parliamo in questo articolo.

di Carmine Roca

Febbraio 2024

In questo approfondimento vi parleremo di pensione minima per la cessione del quinto: ecco cosa c’è da sapere (scopri le ultime notizie sulle pensioni e su Invalidità e Legge 104. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Cos’è la cessione del quinto della pensione?

La cessione del quinto della pensione è una forma di prestito personale, calcolato fino a un massimo di un quinto del valore netto della pensione, da estinguersi tramite trattenute dirette dal cedolino.

Sarà, dunque, l’ente previdenziale a provvedere al rimborso della rata mensile al posto del beneficiario. Il contraente, infatti, non ha l’obbligo di provvedere in prima persona al pagamento della data mensile, ma delega l’INPS all’adempimento.

A introdurre la cessione del quinto è stato il DPR numero 180 del 1950, che inizialmente aveva previsto questa forma di credito soltanto per i dipendenti statali, salvo poi estenderla anche ai dipendenti privati e ai pensionati (ovvero, a coloro che percepiscono un reddito fisso e continuativo), tramite la legge numero 80 del 2005.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Pensione minima per la cessione del quinto: qual è?

Quando parliamo di pensione minima per la cessione del quinto ci riferiamo all’importo minimo di pensione, oltre il quale, per termini di legge, non è possibile andare.

In pratica, il pensionato può cedere il quinto della sua pensione a condizione che gli rimanga il denaro sufficiente per coprire la quota. Senza questo parametro, l’ente previdenziale limita il prestito.

Ma quale sarebbe l’importo minimo di pensione da tenere come riferimento? Quello dell’Assegno sociale, che per il 2024 è pari a 534,41 euro al mese, per 13 mensilità.

Pensione minima per la cessione del quinto: esempi

Prendiamo come esempio un pensionato con un assegno di 1.000 euro netti al mese. La cessione del quinto non può mai superare il 20% dell’importo della pensione netta, dunque il nostro pensionato vedrà trattenuti dal suo cedolino 200 euro al mese.

Ora, per verificare se l’importo sia effettivamente cedibile basta paragonare la restante parte dell’importo netto della pensione (800 euro al mese) con l’importo dell’Assegno sociale (534,41 euro al mese).

In questo caso, il nostro pensionato avrà a disposizione, al netto della trattenuta della cessione del quinto, un importo di pensione superiore al valore mensile dell’Assegno sociale.

Se l’importo fosse stato più basso del valore dell’Assegno sociale, la quota cedibile sarebbe stata ridotta per garantire al pensionato di percepire una pensione netta mensile non impegnata pari alla “pensione minima”.

Su quali pensioni non si può richiedere la cessione del quinto?

Non su tutte le pensioni è possibile applicare la cessione del quinto, essendo questa forma di credito collegata all’importo minimo della pensione percepita dal contraente.

Ci sono pensioni che non possono essere utilizzate, come riportato sul sito dell’INPS e sono:

Perché è importante la cessione del quinto della pensione?

La cessione del quinto, dunque, è una forma di credito ideale per chi ha bisogno di ricevere una somma di denaro immediata, senza troppa burocrazia.

La cessione del quinto dà massima libertà di utilizzo del credito ricevuto: è possibile pagare spese personali, spese mediche, vacanze per sé e per la propria famiglia, fare regali e altro ancora.

L’importante è che si abbia una fonte di guadagno stabile (ecco perché non è concessa ai lavoratori autonomi) e un’entrata fissa mensile che possa essere usata per garantire la restituzione, mese per mese, del credito ricevuto.

Il prestito viene concesso attraverso il rilascio di un assegno o tramite bonifico su conto corrente bancario. I pensionati possono accedere alla cessione del quinto molto più facilmente rispetto a un lavoratore (si prenda come riferimento un dipendente privato a tempo determinato, ad esempio).

La pensione funge da garanzia per il recupero mensile del credito, poiché la rata verrà prelevata prima ancora che la pensione venga depositata.

Pensione minima per la cessione del quinto
Pensione minima per la cessione del quinto: in foto due pensionati sottoscrivono la cessione del quinto.

Faq sulla pensione 2024

Come leggere il cedolino della pensione

Per visualizzare il proprio cedolino della pensione basta accedere al sito dell’INPS e seguire questa procedura:

Qual è l’importo delle pensioni minime a marzo 2024?

Sulle pensioni minime (nel 2023, 563,74 euro), oltre alla rivalutazione piena del 5,4%, verrà applicata una rivalutazione extra del 2,7%, che farà lievitare la rivalutazione totale all’8,1% e l’importo in misura piena pari a 614 euro al mese.

Di quanto aumentano le pensioni a marzo con la riforma IRPEF?

Facciamo alcuni esempi, per i redditi tra 15.000 euro e 28.000 euro, per comprendere meglio la portata dell’aumento delle pensioni, grazie all’IRPEF più basso:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni: