privacy
Home / Pensioni / Pensione minima, spetta la quattordicesima?
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Pensione minima, spetta la quattordicesima?

Con la pensione minima spetta la quattordicesima? La mensilità bonus viene erogata ai pensionati al minimo? Ecco cosa c'è da sapere su importi, contributi e redditi.

di Carmine Roca

Aprile 2024

Con la pensione minima spetta la quattordicesima? Ne parliamo in questo approfondimento (scopri le ultime notizie sulle pensioni e su Invalidità e Legge 104. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Con la pensione minima spetta la quattordicesima?

Iniziamo subito col dire che, sì con la pensione minima spetta la quattordicesima. Essendo un bonus per pensionati con assegni di importo medio-basso, la prestazione spetta anche ai titolari di trattamento minimo INPS.

A differenza della tredicesima mensilità, che è un diritto di tutti i pensionati (ad eccezione di chi percepisce l’anticipo pensionistico dell’Ape Sociale o di chi ha avuto accesso all’Isopensione), la quattordicesima, per essere erogata, prevede il rispetto di requisiti anagrafici, contributivi e reddituali.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Quando spetta la quattordicesima?

La quattordicesima si riceve nel mese di luglio (o in alcuni casi a dicembre), a partire dal 64° anno di età. L’onere finanziario è a carico dello Stato, per cui bisogna rientrare in determinate soglie reddituali, nonostante sia una prestazione di natura previdenziale.

Il limite di reddito cambia ogni anno, sulla base della rivalutazione degli importi delle pensioni, mentre l’importo della quattordicesima rimane invariato e va dai 336 euro ai 655 euro, a seconda degli anni di contributi versati e dalla tipologia di lavoro (dipendente o autonomo).

Quattordicesima: soglie minime di reddito e importi

Ma quali sono le soglie minime di reddito da rispettare per avere diritto alla quattordicesima con la pensione minima?

Chi possiede un reddito lordo fino a 11.672,90 euro annui (ricordiamo che l’importo massimo di pensione minima nel 2024 è di 7.781,93 euro), ha diritto a:

Sotto gli 11.672,90 euro di reddito spetta la somma aggiuntiva intera per tutte le fasce di pensione. La prestazione non spetta più superati questi limiti:

Invece, con un reddito lordo fino a 15.563,86 euro per il 2024, spetta una quattordicesima di:

Con un reddito inferiore a 15.563,86 euro spetta la quattordicesima per intero, oltre questi limiti reddituali il bonus non spetta più:

Chi dichiara un reddito compreso tra il limite minimo e il limite massimo (fascia di reddito intermedia) ha diritto a una quattordicesima in misura ridotta, calcolata sulla differenza tra il valore massimo e il reddito dichiarato.

Quattordicesima: cosa sapere?

Come visto, considerati i limiti reddituali da rispettare per la quattordicesima, sensibilmente superiori al limite di reddito annuo per il diritto all’integrazione al minimo, la mensilità bonus spetta soprattutto ai pensionati al minimo e a tutti quei pensionati con assegni medio-bassi.

Purtroppo non tutti hanno diritto alla quattordicesima. Questa non spetta ai pensionati invalidi civili, ai titolari di Pensione o Assegno sociale, a chi è andato in pensione con l’Ape Sociale o con l’Isopensione.

La quattordicesima, però, è reversibile: spetta anche ai titolari di questa prestazione, ma a determinate condizioni. I contributi da prendere in considerazione saranno calcolati al 60%.

Ad esempio, con 30 anni di contributi maturati dal coniuge defunto, per la quattordicesima verrebbero considerato solo il 60% di questi, ovvero 18 anni.

Con la pensione minima spetta la quattordicesima
Con la pensione minima spetta la quattordicesima: in foto tanti bigliettini con punti interrogativi.

Faq su quattordicesima e pensione minima

L’importo della quattordicesima è soggetto a tassazione?

L’importo non è soggetto a tassazione e non influenza neppure il reddito imponibile.

Quali redditi si considerano per il calcolo del reddito?

Per il calcolo del reddito si considerano tutti i redditi assoggettabili o esenti da IRPEF dichiarati dal pensionato (non viene preso in considerazione il reddito del coniuge). Sono esclusi il reddito della casa di abitazione, i TFR, la pensione di guerra, i trattamenti di famiglia, gli arretrati di qualsiasi genere, le indennità di accompagnamento e prestazioni simili.

Quali pensioni è possibile integrare al minimo?

È possibile integrare al minimo tutte le prestazioni previdenziali, compresa la pensione di reversibilità, erogate dall’INPS, dai fondi speciali per i lavoratori autonomi, dai fondi esclusivi e sostitutivi dell’assicurazione generale obbligatoria (ad eccezione della pensione supplementare).

L’integrazione al minimo non spetta ai pensionati contributivi puri, ovvero a coloro che percepiscono una pensione calcolata col sistema interamente contributivo (contributi versati esclusivamente dal 1° gennaio 1996). Chi percepisce una pensione con Opzione Donna può richiedere l’integrazione.

Quali documenti sono necessari per ottenere l’integrazione al minimo per la pensione?

Per ottenere l’integrazione al minimo, che spetta a chi soddisfa determinati requisiti reddituali, è necessario presentare il Modello RED aggiornato all’anno in corso. Il Modello RED è una dichiarazione dei redditi che i pensionati devono obbligatoriamente presentare per l’ottenimento di particolari prestazioni collegate alla propria situazione reddituale o a quella del proprio nucleo familiare.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni: