privacy
Home / Pensioni / Pensione per casalinga separata
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Pensione per casalinga separata

Scopri se è prevista la pensione per una casalinga separata e a quali altre misure può accedere secondo la normativa.

di Antonio Dello Iaco

Febbraio 2024

Quali sono le regole per ottenere la pensione per una casalinga separata? Scopri quali sono le possibilità di accesso ai trattamenti previdenziali per chi svolge questo tipo di mansioni (scopri le ultime notizie sulle pensioni e su Invalidità e Legge 104. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Pensione per una casalinga separata: le possibilità

Che sia separata o meno, le possibilità per una casalinga di andare in pensione sono le stesse. In Italia infatti, non esiste una normativa dedicata alla tutela di queste persone che, troppo spesso, dedicano tutta la propria vita alla cura della casa e della famiglia e restano senza un reddito per viversi la vecchiaia.

Il mestiere di casalinga, che è prevalentemente svolto dalle donne, ancora oggi non risulta riconosciuto del tutto minando così alla stabilità economica e all’indipendenza di queste lavoratrici.

PAGAMENTI Inps FEBBRAIO 2024: tutte le DATE. Adi e ritardi, Assegno Unico, Pensioni, Naspi e Bonus

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Fondo pensione casalinghe

La principale opportunità pensionistica per casalinghe e casalinghi è il fondo pensione. Si tratta di un piano previdenziale proposto dall’INPS che mira a garantire un indennità post età lavorativa a chi si dedica alla cura di casa e famiglia.

I requisiti per beneficiare di questa misura introdotta il 1° gennaio del 1997 sono vari e prevedono che il richiedente, oltre ad avere tra i 16 e i 65 anni:

Queste condizioni si possono verificare per le persone che si inquadrano nei seguenti profili:

Come funziona il pensionamento casalinghe in Italia?

Il fondo previdenziale dedicato alle casalinghe funziona come una sorta di piano di accumulo. La lavoratrice versa ogni mese una quota di denaro a sua scelta. Una volta raggiunti l’età e i requisiti necessari per andare in pensione si vedrà assicurato un assegno mensile.

Maggiori sono i contributi versati e più alto sarà il valore del trattamento previdenziale garantito. In ogni caso, chi usufruisce del piano può accedere a queste due tipologie di forme pensionistiche:

Come attivare il fondo casalinghe

L’attivazione del fondo casalinghe avviene attraverso l’utilizzo del portale ufficiale dell’INPS seguendo i seguenti passaggi:

Come riporta il sito INPS dedicato alla misura, salvo casi particolari, i tempi di lavorazione delle domande dovrebbero attestarsi intorno a massimo trenta giorni.

Assegno sociale per casalinghe

Qualora sei una casalinga e sei già in età pensionabile, non puoi più attivare il piano previdenziale di cui abbiamo parlato prima. In questo caso puoi però puntare sull’assegno sociale, un beneficio rivolto a persone che hanno:

Il diritto alla prestazione è accertato in base al reddito personale per i cittadini non coniugati e al cumulo del reddito del coniuge per i cittadini coniugati. Nel 2024 le cifre massime sono le seguenti:

Come richiedere l’assegno sociale: uno dei diritti pensionistici delle casalinghe

Come per tutti gli incentivi governativi, anche per richiedere l’assegno sociale è necessario presentare un’apposita domanda attraverso il sito ufficiale INPS.

In questo caso, il servizio da ricercare è “Assegno sociale“, nella categoria “Sostegni, Sussidi e Indennità“. Accedi alla piattaforma con un’identità digitale e inserisci tutte le informazioni richieste dalla piattaforma.

Pensione per casalinga separata
L’immagine rappresenta una futura titolare di pensione per una casalinga separata

FAQ sul lavoro della casalinga

Quali sono le mansioni tipiche di un lavoro da casalinga?

Le mansioni tipiche di un lavoro da casalinga possono variare a seconda delle esigenze specifiche della famiglia e della situazione domestica.

Tuttavia, alcune delle mansioni più comuni includono la pulizia e l’organizzazione della casa, la cucina, la spesa, il lavaggio della biancheria, la cura dei bambini, la gestione del budget familiare e la preparazione dei pasti. Inoltre, il lavoro da casalinga può anche richiedere di svolgere attività come il giardinaggio, la gestione delle scorte alimentari e la programmazione degli impegni familiari.

Quali sono le sfide del lavoro da casalinga?

Il lavoro da casalinga può comportare alcune sfide significative. Una delle sfide più comuni è la gestione del tempo, poiché ci sono spesso molte attività da svolgere in un giorno.

In più, la stanchezza fisica e mentale può essere un problema, specialmente quando si tratta di occuparsi dei bambini e delle faccende domestiche.

Alcune persone possono anche sentirsi frustrate dalla mancanza di riconoscimento o gratificazione esterna per il proprio lavoro. È importante affrontare queste sfide con pazienza e cercare di trovare strategie per gestire lo stress e mantenere un equilibrio tra il lavoro domestico e il proprio benessere.

Come bilanciare il lavoro da casalinga con altre responsabilità?

Per bilanciare il lavoro da casalinga con altre responsabilità, è essenziale pianificare con attenzione. Comunicare apertamente e condivider le responsabilità con gli altri membri della famiglia è fondamentale per garantire che tutti contribuiscano al lavoro domestico.

Riconoscere i propri limiti e chiedere aiuto quando necessario è una pratica saggia. Inoltre, è importante prendersi cura del proprio benessere fisico e mentale, cercando di trovare momenti di relax e auto-cura anche durante le giornate più impegnate.

La gestione del tempo e la pianificazione efficace sono strumenti chiave per mantenere un equilibrio tra il lavoro da casalinga e altre responsabilità.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni: