privacy
Home / Pensioni / Pensione per casalinghe coniugate
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Pensione per casalinghe coniugate

Scopri come funziona la pensione per casalinghe coniugate e quali sono le misure esistenti nel nostro ordinamento.

di Antonio Dello Iaco

Febbraio 2024

Esiste una pensione per casalinghe coniugate? Scopriamo come l’ordinamento italiano, negli anni, ha provato a tutelare questa categoria di lavoratori e quali misure sono attive oggi (scopri le ultime notizie sulle pensioni e su Invalidità e Legge 104. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Pensione per casalinghe coniugate

Il tema della pensione per le casalinghe è, da anni, una questione al centro delle discussioni politiche. Buona parte delle persone che ricoprono questo ruolo sono donne alle quali, nella maggior parte dei casi, non viene riconosciuto alcun trattamento previdenziale nonostante i tanti anni di sacrifici e lavoro per la propria famiglia.

I vari governi che si sono succeduti nella storia repubblicana italiana hanno provato a istituire delle tutele per queste categorie di lavoratrici. È il caso de:

Tuttavia, oltre a queste timide misure, non è mai stata prevista una forma di tutela strutturale per chi sceglie di dedicarsi alla cura della propria casa e famiglia.

PAGAMENTI Inps FEBBRAIO 2024: tutte le DATE. Adi e ritardi, Assegno Unico, Pensioni, Naspi e Bonus

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Il fondo pensione casalinghe

Nel 1997 in Italia è stato istituito il piano pensionistico per le casalinghe. Si tratta di uno strumento di cui, uomini e donne che si occupano della cura della propria casa, possono usufruire per garantirsi un fondo pensionistico in futuro.

È rivolto, in particolare, alle persone che si occupano a tempo pieno della cura della casa e della famiglia, in mancanza di un rapporto lavorativo.

Chi può iscriversi al fondo casalinghe?

Possono usufruire di questo fondo i cittadini e le cittadine che hanno tra i 16 e i 65 anni e rispettano i seguenti requisiti:

Come funziona il fondo pensione?

Il funzionamento di questo fondo pensionistico è molto semplice. Il titolare esegue dei versamenti periodici di un determinato importo, stabilito all’atto di definizione e apertura del piano.

La normativa italiana introduce solo un valore minimo per ogni versamento, pari a 25,82 euro. Questo importo è riconosciuto come quota minima di contribuzione mensile. Il calcolo della tua futura pensione avviene seguendo il metodo contributivo.

Questo vuol dire che, più versamenti esegui, più corposo sarà l’importo finale della pensione. Ricorda poi che questa tipologia di depositi contributivi sono del tutto deducibili dal reddito imponibile IRPEF, sia per il dichiarante, sia per i familiari a carico fiscale.

Il fondo pensione per casalinghe può erogare due tipologie diverse di trattamenti previdenziali:

Come attivare un fondo casalinghe

L’iscrizione fondo pensione casalinghe è necessario utilizzare l’apposito servizio messo a disposizione dal portale ufficiale dell’INPS. Per farlo è necessario collegarsi alla home del sito e cercare la voce “Iscrizione Fondo Casalinghe e Casalinghi“.

A questo punto dovrai accedere alla piattaforma utilizzando una delle identità digitali riconosciute dalla Pubblica Amministrazione tra:

Qualora dovessi riscontrare delle difficoltà, ricorda che puoi sempre fare affidamento sul contact center INPS raggiungibile tramite i seguenti numeri di telefono:

In alternativa puoi rivolgerti agli uffici di patronato o ai centri di assistenza fiscale (CAF) presenti sul tuo territorio.

Pensione per casalinghe coniugate
L’immagine rappresenta una lavoratrice che ha ottenuto la pensione per casalinghe coniugate

FAQ sul fondo pensione per le casalinghe

Quali sono i vantaggi di un fondo pensione per le casalinghe?

I vantaggi di un fondo pensione per le casalinghe sono molteplici. In primo luogo, offre una fonte di reddito stabile e sicura durante la pensione, senza dipendere da un coniuge o da altre fonti finanziarie.

Ciò dà alle casalinghe una maggiore indipendenza finanziaria e riduce il rischio di impoverimento in età avanzata. Inoltre, questi piani possono offrire vantaggi fiscali e agevolazioni che incentivano il risparmio previdenziale.

Come posso aprire un fondo pensione per le casalinghe?

Per aprire un fondo pensione per i gestori domestici, è necessario seguire alcuni passaggi. Inizialmente, dovresti cercare una società di gestione dei fondi pensione o una banca che offra questo tipo di piano previdenziale.

Successivamente, dovrai completare la documentazione richiesta e stabilire un piano di contributi regolari. È importante discutere con un consulente finanziario per capire quale piano sia più adatto alle tue esigenze e obiettivi finanziari.

Quali sono i requisiti per accedere a un fondo pensione per le casalinghe?

I requisiti per accedere a un piano pensionistico per le casalinghe possono variare a seconda del piano e dell’istituto finanziario. Tuttavia, in generale, questi piani sono progettati per le donne che non hanno un reddito regolare da lavoro al di fuori delle mura domestiche.

Alcuni piani possono richiedere una certa età o un periodo minimo di contributi prima di poter accedere ai benefici pensionistici. È fondamentale leggere attentamente i dettagli del piano e consultarne un esperto finanziario per comprendere appieno i requisiti specifici.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni: