privacy
Home / Pensioni / Pensioni luglio 2024: come controllare il cedolino
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Pensioni luglio 2024: come controllare il cedolino

Come controllare il cedolino delle pensioni di luglio 2024? Ecco quando viene pubblicato, dove visualizzarlo e come leggere correttamente questo documento.

di Carmine Roca

Giugno 2024

In questo articolo vi spiegheremo come controllare il cedolino delle pensioni di luglio 2024 (scopri le ultime notizie sulle pensioni e su Invalidità e Legge 104. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Cos’è il cedolino della pensione e dove viene pubblicato?

La pubblicazione del cedolino delle pensioni di luglio 2024 è attesa tra il 20 e il 22 giugno.

In questo approfondimento vedremo insieme come leggerlo in modo corretto, verificando le voci che lo compongono, soprattutto in vista del pagamento delle quattordicesime.

Il cedolino è quel documento che permette ai pensionati di verificare l’importo erogato dall’INPS e che consente di valutare eventuali variazioni e di conoscerne le ragioni.

Il cedolino della pensione viene pubblicato sull’area riservata MyINPS, sul sito dell’INPS.

Vi si può accedere inserendo una delle credenziali di cui si è in possesso: lo SPID, la Carta d’Identità Elettronica (CIE) o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Come controllare il cedolino delle pensioni di luglio 2024

Come si legge correttamente il cedolino della pensione e cosa è possibile verificare?

In prima battuta, al momento dell’accesso nella propria area riservata, nel cedolino della pensione è possibile visualizzare:

  1. il numero di rata della prestazione in pagamento (indicato in alto), ovvero il mese e l’anno al quale si riferisce il cedolino di pensione, con data di valuta e importo in pagamento;
  2. i propri dati anagrafici (nome, cognome) e codice fiscale;
  3. il beneficiario della prestazione;
  4. la modalità di pagamento;
  5. l’ufficio pagatore disposto dall’INPS (ad esempio, le coordinate del conto corrente bancario, ecc.);
  6. lo stato di pagamento e la data della valuta, ovvero, da quando l’importo è “disponibile” sul proprio conto corrente;
  7. la categoria della pensione e il numero della prestazione.

Successivamente, nel riquadrodescrizione” sono elencate tutte le voci che compongono il vostro cedolino della pensione, ovvero:

    Quindi, in fondo al cedolino, sono riportati:

      Nel cedolino delle pensioni di luglio 2024, se ne avrete diritto, potrete verificare anche la presenza del bonus quattordicesima, indicato nel documento con la voce “Quattordicesima (legge 3 agosto 2007, n. 127), credito anno 2024”.

      Quando si ha diritto alla quattordicesima sulla pensione di luglio 2024?

      Ricordiamo che, per aver diritto alla quattordicesima, è necessario aver compiuto almeno 64 anni di età e possedere un reddito annuo inferiore a 2 volte l’importo annuo del trattamento minimo INPS.

      Chi possiede un reddito lordo fino a 11.672,90 euro annui, ha diritto a:

      Sotto gli 11.672,90 euro di reddito spetta la somma aggiuntiva intera per tutte le fasce di pensione. La prestazione non spetta più superati questi limiti:

      Invece, con un reddito lordo fino a 15.563,86 euro per il 2024, spetta una quattordicesima di:

      Con un reddito inferiore a 15.563,86 euro spetta la quattordicesima per intero, oltre questi limiti reddituali il bonus non spetta più:

      Chi dichiara un reddito compreso tra il limite minimo e il limite massimo (fascia di reddito intermedia) ha diritto a una quattordicesima in misura ridotta, calcolata sulla differenza tra il valore massimo e il reddito dichiarato.

      Come controllare il cedolino delle pensioni di luglio 2024
      Come controllare il cedolino delle pensioni di luglio 2024: in foto un uomo sorridente al computer.

      Faq sulla pensione di luglio 2024

      Cos’è il consulente digitale delle pensioni?

      Se non volete attendere la pubblicazione del cedolino, INPS mette a disposizione uno strumento, chiamato “Consulente digitale delle pensioni”, che vi anticiperà se avrete diritto o meno alla quattordicesima (se, ad esempio, la riceverete per la prima volta). Lo strumento è di semplice utilizzo, basterà cliccare su “Utilizza lo strumento” e poi alla voce “seleziona” nel riquadro “Vuoi verificare se hai i requisiti per ottenere il Bonus quattordicesima?”.

      Quindi basterà rispondere alle domande che il sistema vi formulerà, tra cui l’indicazione dell’età anagrafica, la tipologia di pensione percepita e altro ancora. Al termine del percorso saprete se, da luglio 2024, avrete diritto o meno alla quattordicesima.

      Quali redditi si considerano per il diritto alla quattordicesima?

      Per il diritto alla quattordicesima si considerano tutti i redditi personali, di qualsiasi natura, ovvero:

      Quali redditi non si considerano per il diritto alla quattordicesima?

      Per il diritto alla quattordicesima non è preso in considerazione l’eventuale reddito del coniuge.

      Non sono rilevanti neppure:

      Chi compirà 64 anni da luglio in poi quando riceverà la quattordicesima nel 2024?

      Se il pensionato, in possesso dei requisiti reddituali richiesti, dovesse compiere 64 anni da fine luglio in poi, riceverà la prima quattordicesima sulla pensione a dicembre 2024.

      Quando verranno pagate le pensioni e le quattordicesime a luglio 2024?

      Le pensioni di luglio 2024 inizieranno a essere pagate lunedì 1° luglio.

      Quel giorno partiranno gli accrediti postali (su libretti, conti correnti, conti Banco Posta e Poste Pay Evolution) e bancari e inizieranno i primi ritiri in contanti presso l’ufficio postale di riferimento.

      Per quanto riguarda i pagamenti in contanti, si seguirà il consueto calendario ordinato in base alle lettere iniziali dei cognomi dei pensionati.

      Di seguito il possibile calendario, ma vi consigliamo di informarvi presso l’ufficio postale poiché le date potrebbero variare soprattutto nei comuni meno popolosi:

      Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni: