privacy
Home / Lavoro / Quanto guadagna un dirigente scolastico (2023)
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Quanto guadagna un dirigente scolastico (2023)

Scopri quanto guadagna un dirigente scolastico in media ogni mese e come è strutturata la sua busta paga.

di Chiara Del Monaco

Settembre 2023

Il settore dell’istruzione è composto da diversi ruoli che vanno al di là dei soli docenti, di cui si parla più spesso. Una figura fondamentale è anche il dirigente scolastico. In questa guida vediamo quanto guadagna un dirigente scolastico e come funziona la sua busta paga (scopri le ultimissime notizie sul lavoro sempre aggiornate. Ricevi su WhatsApp e sul canale Telegram la rassegna stampa con le ultime novità sui concorsi e sul mondo del lavoro. Resta sempre aggiornato sulla nostra pagina Facebook e Prova il nostro tool online per la ricerca di lavoro in ogni parte d’Italia. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Quella del dirigente scolastico è una figura portante degli istituti di istruzione primaria e secondaria, di primo e secondo grado. Di conseguenza, considerate le numerose responsabilità che deve ricoprire, lo stipendio medio del dirigente scolastico è più alto rispetto a quello di un docente.

Come per altri lavori, anche in questo caso la retribuzione dipende dall’esperienza nel campo. Per fornire un quadro più chiaro, nei prossimi paragrafi analizziamo la struttura della busta paga e vediamo in media quanto guadagna un dirigente scolastico.

Quanto guadagna un dirigente scolastico: la media annua e mensile

La retribuzione del dirigente scolastico comprende una parte fissa e alcune parti variabili che dipendono da eventuali attività aggiuntive e accessorie del lavoratore in questione.

Prima di capire come funziona la busta paga dei dirigenti scolastici, e di quante e quali voci è composta, soffermiamoci un momento sulla domanda principale della nostra guida: ma quanto guadagna un dirigente scolastico?

Per rispondere, ci siamo affidati alle statistiche elaborate dal sito Jobbydoo, in cui si legge che la retribuzione media annua di un dirigente scolastico è pari a circa 62.000 euro lordi, e cioè 2.900 euro netti al mese. Quindi guadagna circa l’87% in più rispetto alla maggior parte dei lavoratori in Italia.

La retribuzione annua può partire da un minimo di 51.000 euro, destinato a chi ha meno esperienza, fino a superare i 70.000 euro per chi raggiunge un livello alto del settore e ha almeno 20 anni di esperienza alle spalle.

In particolare, a essere pagate di meno sono le figure del Collaboratore del Dirigente Scolastico e il Dirigente Scolastico di Quarta Fascia, invece il Dirigente Scolastico di Prima Fascia è quello che percepisce lo stipendio più alto di tutti.

Per quanto riguarda l’esperienza, un Dirigente Scolastico entry level, ossia con massimo 3 anni di esperienza, potrebbe ricevere una retribuzione complessiva di 52.400 euro lordi all’anno. Invece, con 4-9 anni di esperienza in questo settore lavorativo si può arrivare a 55.400 euro annui. Infine, con 20 anni di lavoro alle spalle si parte da una retribuzione media di 63.200 euro all’anno. I dirigenti scolastici che sono alla fine della loro carriera (più di 20 anni di lavoro) guadagnano almeno 65.570 euro all’anno.

Aggiungiti al gruppo WhatsApp e al canale Telegram di news sul lavoro ed entra nella community di TheWam per ricevere tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Quanto guadagna un dirigente scolastico: la struttura

Ora che abbiamo visto quanto guadagna un dirigente scolastico in media nel 2023, analizziamo brevemente la struttura della retribuzione di questa figura professionale.

Innanzitutto, come per tutto il personale con qualifica dirigenziale pubblica, la retribuzione del dirigente scolastico è regolata dal CCNL dell’Area dirigenziale Istruzione e Ricerca ed è articolata in diverse componenti. Nello specifico, la struttura è suddivisa in questo modo:

Analizziamo queste tre componenti una per una.

Quanto guadagna un dirigente scolastico: trattamento fondamentale

Il trattamento fondamentale comprende in primo luogo lo stipendio tabellare, il quale corrisponde a circa 45mila euro annui. L’importo percepito va poi diviso per 13 mensilità.

La RIA (retribuzione individuale di anzianità) o assegni ad personam è destinata ai Dirigenti ex Presidi di ruolo e agli ex Presidi incaricati, e corrisponde a importi che variano da circa 3.500 euro fino a circa 12.000 euro annui.

In linea di massima, queste quote sono percepite solo dagli ex Presidi “storici” e non dai vincitori degli ultimi concorsi ordinari che provengono dalla professione di docente.

Come si può immaginare, il valore dell’importo percepito cambia in base all’anzianità maturata al momento dell’assunzione a tempo indeterminato nei ruoli della dirigenza. Anche per la RIA, l’importo percepito è diviso per 13 mensilità.

Infine, la retribuzione di posizione parte fissa equivale a circa 12.565,11 euro annui e viene pagata per 13 mensilità.

Leggi anche quanto guadagna un meccanico nel 2023.

Quanto guadagna un dirigente scolastico: trattamento accessorio

A differenza del trattamento fondamentale, le voci retributive che compongono il trattamento economico accessorio possono variare in base al livello di complessità di struttura diretta.

Fa parte del trattamento economico accessorio la retribuzione di posizione parte variabile, che arriva a un importo massimo di 33.569,70 euro (N.B. l’ammontare complessivo della retribuzione di posizione parte fissa+parte variabile non può superare 46,134,81 euro annui).

Per determinare il valore della retribuzione di posizione parte variabile, viene attribuito un punteggio a ogni istituzione scolastica (in base a dimensione/complessità/contesto territoriale). Queste vengono poi raggruppate in fasce in una sorta di graduatoria, alle quali viene attribuito un valore economico specifico.

Al momento, gli importi effettivi variano in base alle regioni di riferimento e alla fascia di complessità e oscillano tra circa 8mila euro annui e 14mila euro annui. Inoltre, l’importo viene percepito per 13 mensilità e aggiornato dopo la stipula del CIR regionale dell’anno scolastico di riferimento.

Oltre alla retribuzione di posizione variabile, il trattamento accessorio comprende anche la retribuzione di risultato, che è pagata a valere sul Fondo unico nazionale, il cui ammontare è determinato ogni anno e ripartito in budget regionali. In base agli ultimi contratti regionali stipulati gli importi della parte base si aggiravano intorno ai 3mila annui.

Inoltre, in caso di conferimento di un incarico aggiuntivo di reggenza di ulteriori istituzioni scolastiche è previsto un compenso specifico che può variare da circa 15mila euro a 20mila euro per ciascuna reggenza in base alla complessità dell’istituzione scolastica.

Tuttavia, i dirigenti scolastici hanno diritto a un’indennità fissa di reggenza, che attualmente corrisponde a circa 9.600 euro per ogni reggenza assegnata al dirigente.

Scopri quanto guadagna un insegnante e come si diventa.

Quanto guadagna un dirigente scolastico: trattamento per incarichi aggiuntivi

Alle indennità descritte finora si aggiungono anche ulteriori indennità per gli incarichi aggiuntivi svolti, sia obbligatori sia facoltativi. Tra questi rientrano per esempio:

Ecco i 5 articoli sul lavoro preferiti dagli utenti: