privacy
Home / Lavoro / Supporto per formazione e lavoro e corsi: quali sono
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Supporto per formazione e lavoro e corsi: quali sono

Supporto per la formazione e il lavoro e corsi: quali sono? Ecco l'elenco e come aderirvi.

di Carmine Roca

Marzo 2024

In questo articolo vi parleremo di Supporto per la formazione e il lavoro e corsi: quali sono? (scopri le ultime notizie su lavoro, disoccupazione, offerte di lavoro e concorsi attivi. Ricevi le news gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Cos’è il Supporto per la formazione e il lavoro?

Il Supporto per la formazione e il lavoro è attivo dal 1° settembre 2023, introdotto dal decreto lavoro, convertito con modificazioni nella legge numero 85 del 3 luglio 2023.

Il Supporto si pone come obiettivo il favorire l’attivazione nel mondo del lavoro delle persone a rischio di esclusione sociale e lavorativa.

Ai fini dell’ottenimento dell’indennità è necessario partecipare a progetti di formazione, di qualificazione e riqualificazione professionale, di orientamento, di accompagnamento al lavoro e di politiche attive del lavoro, come previsto dall’articolo 12 del decreto lavoro del 2023.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Supporto per la formazione e il lavoro e corsi: quali sono?

I cittadini e le cittadine che sono in possesso dei requisiti richiesti (e che elencheremo in seguito) possono partecipare ad alcune prestazioni remunerate, indicate nell’allegato B del decreto ministeriale numero 4 del 2018 (lettere dalla E alla O).

Le prestazioni sono le seguenti:

Il Ministero del Lavoro ha fornito una guida con i dettagli di ogni singola prestazione, che potrete visualizzare scaricando l’allegato in basso:

Chi può richiedere il Supporto per la formazione e il lavoro?

Possono richiedere il Supporto per la formazione e il lavoro i singoli componenti dei nuclei familiari di età compresa tra 18 e 59 anni, che hanno un ISEE familiare non superiore a 6.000 euro annui e non possono accedere all’Assegno di inclusione.

Il Supporto per la formazione e il lavoro può essere fruito anche dai singoli componenti dei nuclei che percepiscono l’Assegno di inclusione che partecipano ai percorsi di politiche attive per il lavoro, anche se non hanno l’obbligo di accedere al percorso personalizzato di inclusione sociale e lavorativa, a condizione che non siano calcolati nella scala di equivalenza.

Come richiedere il Supporto per la formazione e il lavoro?

Le domande per il Supporto per la formazione e il lavoro vanno presentate attraverso il sito web dell’INPS, tramite autenticazione con:

È altrettanto possibile rivolgersi ai patronati. Trovate le istruzioni complete sulla procedura da seguire per la richiesta della prestazione nella nostra guida al Supporto per la formazione e il lavoro.

Quanto spetta di Supporto per la formazione e il lavoro?

La partecipazione ai corsi, a seguito della stipulazione del patto di servizio attraverso la piattaforma del SIISL, determina l’accesso per l’interessato a un beneficio economico, quale indennità di partecipazione alle misure di attivazione lavorativa, pari ad un importo mensile di 350 euro.

Tale importo è erogato per tutta la durata della misura, entro un limite massimo di 12 mensilità. Il beneficio economico è erogato mediante bonifico mensile da parte dell’INPS

Supporto per la formazione e il lavoro e corsi
Supporto per la formazione e il lavoro e corsi: in foto un gruppo di giovani lavoratori.

Faq sul Supporto per la formazione e il lavoro

Il Supporto per la formazione e il lavoro è compatibile con il Reddito di cittadinanza?

Il Decreto Lavoro convertito in Legge (art. 12, comma 2) chiarisce esplicitamene che “il Supporto per la formazione e il lavoro è incompatibile con il Reddito di cittadinanza e la Pensione di cittadinanza e con ogni altro strumento pubblico di integrazione o di sostegno al reddito per la disoccupazione”.

Il Supporto per la formazione e il lavoro è compatibile con la Naspi?

No! Chi riceve la Naspi o qualsiasi altra indennità di disoccupazione non ha diritto al Supporto per la formazione e il lavoro.

Posso avere il Supporto per la formazione e il lavoro se percepisco l’Assegno Unico?

Si! L’Assegno Unico non è uno strumento pubblico di integrazione o di sostegno al reddito per la disoccupazione, quindi NON è incompatibile con il Supporto per la formazione e il lavoro.

Posso avere il Supporto per la formazione e il lavoro se il mio nucleo familiare percepisce l’Assegno di inclusione?

No! Il Supporto per la formazione e il lavoro è pensato proprio per i nuclei familiari che non hanno diritto all’Assegno di inclusione. A questa regola c’è una sola eccezione e cioè se la persona che richiede il Supporto per la formazione fa parte di un nucleo che percepisce l’Assegno di inclusione, ma non è conteggiata nella scala di equivalenza.

Ecco i 5 articoli sul lavoro preferiti dagli utenti: