privacy
Home / Lavoro / Supporto formazione e lavoro: dove fare domanda
×
Lavoro e Pensioni
×
icona-ricerca

Supporto formazione e lavoro: dove fare domanda

Scopri come e dove fare domanda per il Supporto per la formazione e il lavoro e chi può richiedere questo incentivo.

di Antonio Dello Iaco

Febbraio 2024

Dove fare domanda per il Supporto per la formazione e il lavoro? Dal primo settembre del 2023 è possibile richiedere questo nuovo incentivo che, insieme all’Assegno di Inclusione, è andato a sostituire il Reddito di Cittadinanza tanto criticato dal Governo Meloni (scopri le ultime notizie su lavoro, disoccupazione, offerte di lavoro e concorsi attivi. Ricevi le news gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Dove fare domanda per il Supporto per la formazione e il lavoro

Chi vuole richiedere questo incentivo ha una serie di possibilità. Il metodo più semplice è quello di effettuare la domanda tramite il piattaforma online dell’INPS. Per farlo è necessario seguire alcuni semplici passaggi:

In alternativa, qualora dovessi trovare difficoltà con il sito INPS oppure se non ti fosse comodo presentare la richiesta in questa modalità, puoi sempre contare sull’aiuto di patronati territoriali riconosciuti dalla legge numero 152 del 30 marzo 2001.

Dal 1° gennaio 2024 è poi possibile inoltrare la domanda per il Supporto formazione e lavoro anche presso i Centri di Assistenza Fiscale (CAF) di tutta Italia che offrono questo servizio.

Il Patto di Attivazione Digitale

Per ricevere questa misura del valore di 350 euro al mese (erogata per un massimo di dodici mensilità ndr) è necessario che i richiedenti sottoscrivano il Patto di Attivazione Digitale (PAD). Si tratta di un accordo scritto fondamentale per accedere a questo e ad altri sostegni economici come l’Assegno di Inclusione.

Per sottoscriverlo è necessario accedere alla piattaforma SIISL. Una volta che ti sarai registrato su questo portale potrai firmare anche questo documento.

L’INPS, per aiutare i cittadini e le cittadine ad accedere al Supporto per formazione e lavoro, ha predisposto un tutorial in formato Pdf. Scaricandolo potrai consultare tutte le istruzioni necessarie, oltre ad accedere direttamente alla piattaforma SIISL.

ASSEGNO di INCLUSIONE e SFL dal 15 febbraio – PAGAMENTI, ritardi e domande

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Chi può richiedere il Supporto per la formazione e per il lavoro

Il Supporto per la Formazione e il Lavoro è destinato ai singoli componenti dei nuclei familiari che hanno:

Requisiti di cittadinanza, soggiorno e residenza

Colui che vuole richiedere questo incentivo deve appartenere a una delle seguenti categorie:

È fondamentale la residenza in Italia da almeno cinque anni e per tutta la durata di percepimento dell’incentivo. Di questi, gli ultimi due devono essere in modo continuativo.

Requisiti economici

Come dicevamo, bisogna che i candidati rientrino anche in diversi parametri di tipo economico come:

Supporto formazione e lavoro: dove fare domanda
L’immagine rappresenta un nostro lettore che scopre dove fare domanda per il Supporto per la formazione e il lavoro

FAQ sul Supporto formazione e lavoro

Posso ricevere SFL se lavoro?

Il Supporto formazione e per il lavoro è compatibile con l’attività lavorativa, sia se questa è dipendente, sia se è autonoma. Per ricevere questo sussidio è però necessario che il reddito percepito non superi le soglie per accedere alla misura.

Bisogna poi comunicare in modo tempestivo all’INPS eventuali rapporti di lavoro già avviati all’atto dell’invio della domanda e non rilevati dall’ISEE per l’intera annualità, così come qualsiasi altro nuovo impiego o variazione occupazionale.

Supporto formazione e lavoro, spetta ai disoccupati?

Questa misura non può essere percepita dai disoccupati che hanno ottenuto questo status a seguito di dimissioni volontarie.

Questo requisito vale solo se si presenta domanda di SFL nei 12 mesi successivi alla data delle dimissioni, Sono esenti dal limite le dimissioni per giusta causa, nonché la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro.

Quali sono gli obblighi formativi per il SFL?

Un altro requisito, fortemente voluto da questo Governo e destinato ai beneficiari del SFL, riguarda l’obbligo scolastico.

Possono ricevere questa misura solo i cittadini e le cittadine che hanno assolto “al diritto-dovere all’istruzione e formazione, ai sensi del decreto legislativo 15 aprile 2005, n. 76“.

È quindi necessario aver completato gli studi della “scuola dell’obbligo”, come previsto dalla normativa nazionale in materia.

Ecco i 5 articoli sul lavoro preferiti dagli utenti: